Salvini sbarca a Venezia in smoking gemello con Francesca Verdini VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2020 20:59 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2020 20:59
Salvini sbarca a Venezia in smoking gemello con Francesca Verdini VIDEO

Salvini sbarca a Venezia in smoking gemello con Francesca Verdini

Salvini arriva a Venezia, il bacio con Francesca Verdini sul motoscafo.

Approdo Vip a Venezia per il leader della Lega, Matteo Salvini, sbarcato alla Mostra del Cinema in compagnia della fidanzata, Francesca Verdini.

Gemelli in smoking nero, i due sono arrivati tenendosi per mano e si scambiano anche un bacio sul motoscafo prima di attraccare alla banchina del Lido.

In pieno stile hollywoodiano per Salvini che non è esattamente un habituè degli appuntamenti glam. Due sole occasioni si ricordano: l’uscita con Francesca in occasione della Prima della Scala l’8 dicembre dell’anno scorso e una comparsata al Teatro Ariston di Sanremo con la ex, Elisa Isoardi, nel febbraio del 2018.

Matteo Salvini e Francesca Verdini sono approdati al Darsena Excelsior per assistere alla proiezione di Padrenostro. 

Il film, interpretato da Pierfrancesco Favino e diretto da Claudio Noce, si basa sull’attentato del 14 dicembre del 1976 al vice questore Alfonso Noce, padre del regista, ad opera dei Nuclei armati proletari, in cui persero la vita il poliziotto Prisco Palumbo e il terrorista Martino Zichittella.

Il pomeriggio con le categorie locali

Nel pomeriggio, a Venezia, Salvini ha incontrato le categorie produttive locali. L’incontro – spiegano dalla Lega – è servito per elencare alcuni nodi e proporre soluzioni concrete per il futuro della laguna, dal punto di vista economico ma anche ambientale, turistico e culturale.

L’idea è insistere col progetto di Venezia capitale dei popoli e della cultura, incentivando ancora di più gli arrivi di turisti stranieri e lavorando per rafforzare il ruolo di Venezia come polo di riferimento dei saperi.

Grande attenzione sul polo produttivo di Mestre, che da solo garantisce un Pil paragonabile a quello della regione Liguria: l’idea è lavorare per una industria 4.0 con grande attenzione per l’ambiente. E proprio a proposito di ambiente, la laguna è così unica da offrire la possibilità di sviluppare studi e tecniche marittime da tutto il mondo per coniugare rispetto della natura, sviluppo economico e difesa della città dall’acqua alta.

Già l’altro giorno il leader della Lega era intervenuto in difesa di Venezia, annunciando una serie di emendamenti di tutto il centrodestra per correggere il tentativo del Governo che, col Decreto Agosto, ha istituito una nuova Agenzia per Venezia e la sua Laguna, espropriando in un solo colpo Regione, Città Metropolitana e Comune di ogni funzione in materia di salvaguardia della città. 

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev