Sanremo 2019, Baglioni: “Se ho fatto pace con Salvini? Con lui nessuna guerra” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Febbraio 2019 11:29 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2019 11:29
Baglioni su Salvini: "Non faccio pace perché...."2

Sanremo 2019, Baglioni: “Se ho fatto pace con Salvini? Con lui nessuna guerra”

SANREMO  – “Se ho fatto pace con Salvini? Non c’è mai stata nessuna guerra”. A dirlo è il conduttore del Festival di Sanremo Claudio Baglioni a margine della conferenza stampa al teatro Ariston. Presenti, oltre a lui, gli altri due conduttore Claudio Bisio e Virginia Raffaele. 

Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev pubblica il video con le dichiarazioni di Baglioni. 

In conferenza stampa, Baglioni spiega che “non sarà un festival politico, almeno non nell’accezione che si può pensare. Il nostro sarà un festival che si basa sulle canzoni”. 

“Quando mi hanno chiamato, – ha aggiunto il cantautore romano – ho chiarito che con me non ci sarebbe stata la parte di costume e di spettacolo, che c’era stata con i conduttori classici. Nella parte dell’intrattenimento vincerà la leggerezza.”

Il direttore artistico ha annunciato che per l’edizione 2019 è prevista anche la presenza tra gli ospiti di Riccardo Cocciante. “Tra gli ultimi arrivati – ha detto – come ospite, ci sarà anche Riccardo Cocciante, nella seconda serata”. “L’internazionalità del festival non è solo nel nome, ma anche nel fatto che molti artisti che partecipano sono internazionali. Andrea Bocelli è artista internazionale, Cocciante lo è”, ha osservato.

Durante la conferenza Teresa De santis, direttrice di Rai1, è entrata nella questione del presunto conflitto di interessi di Baglioni.  “La nostra produzione musicale e culturale – ha detto – vive anche di contiguità”, anzi spesso ne deve “fare tesoro: attraverso rapporti amicali si possono ottenere artisti che altrimenti non si sarebbero avuti. Questo non vuol dire che non ci debba essere una coscienza tale da far sì che venga favorita la qualità”. E Baglioni, sottolinea, ha “una coscienza molto forte” e “non ha bisogno di chissà quali sovvenzioni o giochi di potere”.