Silvia Romano, Conte: “Chi insulta dovrebbe prima fare la sua esperienza, e poi parlare” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2020 8:25 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2020 8:25
Silvia Romano, Conte: "Chi insulta dovrebbe prima fare la sua esperienza, e poi parlare" VIDEO

Silvia Romano, Conte: “Chi insulta dovrebbe prima fare la sua esperienza, e poi parlare”

ROMA  –  Gli attacchi a Silvia Romano? “Chi parla dovrebbe fare prima un’esperienza come lei”: così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha liquidato gli insulti e le offese di cui è stata oggetto la cooperante milanese rapita in Kenya nel 2008 e liberata in Somalia pochi giorni fa. 

Interpellato nella conferenza stampa seguita alla presentazione del dl Rilancio sugli insulti del deputato della Lega Alessandro Pagano, che ieri ha definito Silvia Romano “neo terrorista”, Conte si è limitato a dire di aver avuto da lavorare nella giornata e quindi di essersi perso quelle parole: “Per quanto riguarda l’espressione che è stata utilizzata nei confronti di Silvia Romano, non l’ho presente perché oggi e stata una giornata intensa, perché per chiudere questo decreto siamo sti in piena immersione”, ha detto. 

Quindi ha spiegato: “Ma dico a chiunque abbia da speculare su Silvia Romano. Per poter speculare su di lei ci dovremmo ritrovare a 32 anni rapiti in Kenya, dovremmo essere trasportati da persone armate di kalahsnikov nella foresta camminando fino a nove ore al giorno per un mese, passare in quattro rifugi consecutivi essere continuamente sorvegliati da persone con kalashnikov. Dopo, quando si fa questa esperienza, si torna qui e la potremo ascoltare e verificare tutte le conseguenze del caso”. (Fonte: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)