Siri (Lega): Tav e flat tax si fanno, non bello sentirsi sotto attacco dall’alleato” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2019 18:14 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2019 18:15
armando siri su flat tax e tav

L’intervista a Siri dell’Agenzia Vista

ROMA – “Tav e Flat tax si fanno, non è bello sentirsi sotto attacco da alleato”. A dirlo è Armando Siri, parlamentare della Lega ed ex sottosegretario costretto alle dimissioni per una inchiesta su presunte tangenti. Siri parla a margine di “Liguria d’autore”, la rassegna politica e culturale in corso a Montemarcello (La Spezia). L’ex sottosegreatario replica così a chi gli chiede un parere sul futuro del governo e sul comportamento del Movimento 5 Stelle legato alla sua vicenda.  

E Armandio Siri era presente anche al tavolo convocato al Viminale da Matteo Salvini con sindacati e imprenditori per illustrare il progetto leghista sulla flat tax. Siri d’altronde è il “padre” della riforma fortemente voluta dalla Lega. Ecco le sue parole: “Il nostro obiettivo è la flat tax con un’unica deduzione fiscale che assorbirà tutte le detrazioni. Vogliamo portare al 15% l’aliquota fino a 55.000 euro di reddito familiare. Ci saranno benefici per 20 milioni di famiglie e 40 milioni di contribuenti. Ci sarà un grande impulso ai consumi e risparmi per 3.500 euro per una famiglia monoreddito con un figlio. C’è l’intenzione di portare nelle tasche 12-13 miliardi di euro”. 

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Ansa