Stadio della Roma, stazione Tor di Valle. Il cantiere abbandonato: lavori cominciati mai finiti FOTO-VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 17 agosto 2018 16:33 | Ultimo aggiornamento: 18 agosto 2018 10:03
Roma stazione Tor di Valle

Roma, stazione Tor di Valle. Il cantiere abbandonato: lavori cominciati mai finiti

ROMA – La stazione di Tor di Valle è una delle più vecchie e mal funzionati di tutta la Roma-Lido, la linea che collega il quartiere di Ostia con il resto di Roma. La stazione [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] non ha un’ascensore ed ha una struttura fatiscente rimasta invariata da decenni. Nessuno controlla ed è facilissimo entrare senza pagare il biglietto. Non c’è più la guardia giurata che, per anni, ha sostato nei pressi della vecchia biglietteria. Un luogo abbandonato a se stesso in preda al degrado, pieno di spazzatura e di infiltrazioni sui muri.

Circa un anno fa, iniziano finalmente i lavori di ammodernamento della stazione, quella che verrà utilizzata dai tifosi del futuro stadio della Roma che si dovrebbe (il condizionale, dopo gli ultimi scandali, è d’obbligo) costruire qui, nel vecchio ippodromo di Tor di Valle che dista qualche centinaio di metri. I lavori iniziano in concomitanza con quelli di Acilia Sud, una nuova stazione di questa tratta gestita da Atac e di proprietà della Regione Lazio che dovrebbe aprire nel quartiere di Dragona.

I lavori si sarebbero conclusi nel dicembre 2017. Questa la promessa di Paolo Ferrara, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio. Poi, a settembre, Enrico Stefàno sempre del Movimento 5 Stelle corregge il tiro. La stazione, infatti, “sarà pronta solo a fine 2018”.

Ad oggi, Dragona e Tor di Valle sono dei cantieri a cielo aperto. A Tor di Valle, i lavori sono stati interrotti più o meno a metà e il cantiere è transennato in diverse parti. Non c’è traccia degli operai che, tra le altre cose, stavano costruendo gli ascensori. Un vigilante sosta dentro un furgoncino parcheggiato davanti all’entrata: come spiega lui stesso, l’azienda per cui lavora viene pagata da Atac per vigiliare fino a mezzanotte il cantiere, evitando così (almeno di giorno) i continui furti di materiale edile.

Questa è la periferia di Roma e il luogo scelto per lo stadio della Roma. La stazione però, secondo il progetto originario dello stadio, sarebbe dovuta essere costruita un po’ più avanti. Forse hanno bloccato i lavori in attesa di capire se lo stadio si farà oppure no? A pensarla così è Maurizio Sapora, presidente del Comitato di Quartiere Decima-Torrino: “Per quanto ne so io non c’è un motivo ufficiale dello stop. Tutte le volte che lo abbiamo chiesto ci hanno risposto che era questione di giorni e che sarebbero ripartiti. Secondo me aspettano i soldi dello stadio”.

Il rimpallo di competenze.

Come detto, la linea è gestita da Atac e di proprietà della Regione Lazio. I due enti si rimpallano le competenze, parlando di finanziamenti e progetti futuri. Il Campidoglio vuole trasformare questa disgraziatissima linea nella Metropolitana E che unirebbe Ostia alla B1 che termina a Roma Nord, ossia a Conca d’Oro. La Regione valuta invece il passaggio di gestione a Roma Capitale.

A luglio, il Comitato Pendolari Roma-Ostia e il coordinamento dei comitati dell’entroterra del X Municipio hanno partecipato ad una serie di incontri, scrive Roma Today. In quell’occasione, la Regione Lazio ha affermato di “aver pagato tutti gli importi dei lavori fatti via via nei cantieri”, mandando i soldi ad Atac. Nessun nuovo incontro specifico sul tema è stato invece convocato da parte delle commissioni capitoline, malgrado le insistenti richieste dei Comitati.

Davide Bordoni, capogruppo di Forza Italia in Campidoglio e membro della commissione Bilancio, sempre a Roma Today spiega che l’ultima riunione in cui si è accennato ai lavori sulla Roma Lido si è svolta a marzo. Ma anche in quell’occasione tutto è rimasto immobile. Nessuna risposta sull’avanzamento dei lavori né tantomeno sulle opere accessorie.

Blitz Quotidiano pubblica delle foto e video della stazione di Tor di Valle. Questo lo stato attuale del luogo. Aspettando che qualcuno si degni almeno di spiegare il motivo dello stop ai lavori.