Sutri: Giorgia Meloni e Vittorio Sgarbi, una via dedicata a Giorgio Almirante FOTO-VIDEO

di redazioen Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2018 17:25 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2018 17:25
giorgia meloni giorgio almirante sutri

Sutri: Giorgia Meloni posta la foto scattata sotto la targa dedicata a Giorgio Almirante

ROMA – “Sono onorata di aver partecipato oggi a Sutri, su invito del sindaco Vittorio Sgarbi, all’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante, al padre della Destra italiana, a un grande patriota, a un grande uomo politico. Speriamo che il coraggio del sindaco Sgarbi possa essere di esempio per altre amministrazioni a partire da quella di Roma che invece non vogliono tributare il giusto riconoscimento a questo grande uomo politico italiano”.

A dirlo è la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, intervenendo a Sutri all’incontro dedicato all’intitolazione di una strada a Giorgio Almirante. La Meloni ribadisce meglio il fatto, scattando un selfie con Sgarbi sotto la targa dedicata al segretario dell’Msi, finito poi su Facebook. 

Il riferimento della Meloni a Roma è legato  a quanto accaduto lo scorso giugno, quando era stata deciso di intitolare anche a Roma una strada ad Almirante. La mozione era passata con i voti fondamentali dei consiglieri M5s e di quelli del centro destra, salvo poi essere annullata dalla sindaca Virginia Raggi: “Non ci sarà nessuna strada per Almirante” aveva detto il sindaco dopo aver accolto le proteste della comunità ebraica della Capitale. 

Tra gli espoenti M5s, a votare contro fu una sola consigliera pentastellata:ç la Catini. La sindaca, per tornare indietro sulla votazione, chiese ai consiglieri del M5S di preparare una mozione per vietare l’intitolazione di strade ad esponenti del fascismo o persone che si siano esposte con idee antisemite o razziali. Tra questi Almirante storico segretario del Movimento sociale.

La sindaca di Roma si era dichiarata “sorpresa”, colta all’improvviso da una decisione della quale non era stata informata. Che il voto della mozione promossa da Fdi fosse maturato in un’aula distratta era sembrato da subito più che un’ipotesi: M5S alleato della destra tranne l’astensione di due consiglieri ed il voto contrario di Catini, unica a mantenere una linea poi imposta dalla sindaca.  

È così, tra distrazioni e leggerezze, Fdi era riuscito a ottenere ciò che neanche sotto Alemanno si era riusciti ad avere: una via per Almirante. Giorgia Meloni aveva subito parlato di un “risultato storico, Roma renderà finalmente omaggio ad uno degli uomini più importanti nella storia della destra e della politica italiana”. Ed esultavano anche i capigruppo di Fdi alla Camera e al Senato Fabio Rampelli e Stefano Bertacco: “Intitolare una strada a Giorgio Almirante ci riempie di gioia”.

Giorgia Meloni contenta della decisione di Sutri: “Ora sia da esempio a Roma” (Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev).