Tomaso Trussardi fermato da municipale: “Ma ero in cravatta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2015 15:16 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2015 15:16
Tomaso Trussardi fermato da municipale: "Ma ero in cravatta"

Tomaso Trussardi fermato da municipale: “Ma ero in cravatta”

MILANO – Uno sfogo a metà tra strada tra l’ironico e il perplesso, scritto su Facebook per rendere pubblica la sua disavventura mattutina. Tomaso Trussardi, ceo del noto marchio di moda e marito di Michelle Hunziker, è incappato nei controlli della municipale a Milano aumentati dopo l’allarme terrorismo. “Questa mattina in Piazza della Scala mi è successo un episodio singolare: sono stato fermato da sei agenti”, scrive.

“Capisco la tensione del momento, ma fermare una persona alle 7:30 della mattina in giacca e cravatta... lasciatemi dire, non del tutto sconosciuto…Lo trovo a dir poco eccessivo, in un momento in cui le attenzioni delle nostre amate forze dell’ordine dovrebbero essere rivolte a ben altre cose”, aggiunge. Tomaso spiega che era con la sua auto d’epoca e qualcosa da ridire i vigili l’hanno trovata: gli hanno tolto 5 punti perché aveva il navigatore del telefonino cellulare acceso appoggiato sul sedile lato passeggero e questo, per gli agenti, lo avrebbe potuto distogliere dalla normale guida.