Toninelli dopo il “lapsus” sul Brennero: “Lavoro 18 ore al giorno, chiedete a mia moglie” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2018 12:20 | Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2018 12:20
Toninelli dopo il "lapsus" sul Brennero: "Lavoro 18 ore al giorno, chiedete a mia moglie" VIDEO

Toninelli dopo il “lapsus” sul Brennero: “Lavoro 18 ore al giorno, chiedete a mia moglie” VIDEO

ROMA – “Lavoro 18 ore al giorno, chiedete a mia moglie”. Così il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, in una diretta su Facebook, ha provato a spiegare la clamorosa gaffe sul Brennero. Il ministro grillino era finito al centro del pubblico ludibrio perché ai microfoni di Telenord aveva detto testuali parole: “Sapete quante merci italiane e quanti imprenditori utilizzano con trasporto ancora su gomma il tunnel del Brennero?”. Peccato che quel tunnel non sia stato ancora costruito.

Voleva dire valico, non tunnel. “Mi stanno prendendo in giro – si è giustificato Toninelli – hanno riempito pagine di giornali, che non ho letto, me ne frego, per un lapsus perché invece di dire valico o passante ho detto tunnel: ma secondo voi io mi fermerò per questo? Io ne commetterò tanti altri di lapsus, non me ne frega di un lapsus. Quello che mi interessa è che io lavoro qua dentro dalle 16 alle 18 ore al giorno”. 

Poi il ministro passa in rassegna alcuni dei prossimi interventi del suo dicastero. “Mentre qualcuno mi attacca per un semplice lapsus, ecco tutti i soldi che servono agli sfollati di Genova per avere una nuova casa, ecco i fondi per mettere in sicurezza le autostrade tra Lazio e Abruzzo, ecco il commissario per i lavori al bellissimo ponte di San Michele sull’Adda. Ascoltate cosa ho da raccontarvi!”, scrive nel post che accompagna il video.

“Parlo di cose che abbiamo detto e fatto perché è in corso un’attività denigratoria di danneggiamento della persona: e perché secondo voi vogliono danneggiare una persona? Per non permetterle di fare questi fatti, di concretizzare i fatti che si erano annunciati”, conclude Toninelli.