Usura, 3 arresti a Tortona: la Finanza li riprende mentre si intascano i soldi

Pubblicato il 17 luglio 2012 13:52 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2012 20:48

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1303666″]

TortonaALESSANDRIA –  Incastrati dalle telecamere della gdf mentre intascavano duemilacinquecento euro frutto di estorsione, da un imprenditore di Tortona che li supplicava di non richiedere più denaro, non essendo più in grado di far fronte alla continua pretesa di soldi. Tutto questo, sotto gravissime minacce legate alla perdita immediata del lavoro o a percosse.

Sono stati arrestati così, in flagranza di reato, due fratelli originari di Cittanova (Reggio Calabria) ma residenti da tempo a Tortona. Arrestato anche un terzo soggetto e denunciate altre dieci persone coinvolte a vario titolo. Estorsioni, usura, violenze, gravissime minacce, praticate e rivolte a molti imprenditori di Tortona, che sono stati costretti, in alcuni casi a partire dal 2005, a versare ripetutamente – anche con intervalli di quindici giorni – denaro contante per un giro d’affari complessivo ricostruito pari a quasi un milione di euro.