V-Day: la biologa che isolò il Covid, l’infermiera e l’oss: primi tre italiani vaccinati stanno bene VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2020 10:47 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2020 10:47
V-Day: la biologa che isolò il Covid, l'infermiera e l'oss: primi tre italiani vaccinati stanno bene VIDEO

V-Day: la biologa che isolò il Covid, l’infermiera e l’oss: i primi tre italiani vaccinati stanno bene

La professoressa Maria Rosaria Capobianchi, l’infermiera Claudia Alivernini e l’operatore sociosanitario Omar Altobelli sono stati i primi in Italia a ricevere il vaccino anti Covid. L’operazione V-Day è partita alle 7.20 all’Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma.

Ad essere immunizzati subito dopo due medici infettivologi sempre dell’Inmi: Alessandra Vergori e Alessandra D’Abramo.

“Adesso vaccineremo altri 25 operatori sanitari dello Spallanzani i quali, con i 5 già vaccinati questa mattina presto, diventeranno i vaccinatori che nel pomeriggio somministreranno il vaccino a 50 medici e 50 infermieri”, ha spiegato il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia.

I medici e gli infermieri che saranno vaccinati nel primo pomeriggio sono operativi nelle Uscar del Lazio e tra loro ci sarà anche Pier Luigi Bartoletti, responsabile delle Uscar. 

V-Day, infermiera Claudia Alivernini: “Vacciniamoci per noi e i nostri cari”

“Lo dico col cuore: vacciniamoci per noi, per i nostri cari e per la comunità”. Queste le prime parole di Claudia Alivernini, l’infermiera 29enne dello Spallanzani che ha ricevuto questa mattina il vaccino anti Covid-19.

“Ho la consapevolezza che oggi sia un giorno importante e decisivo. La scienza e la medicina sono le uniche cose che ci permetteranno di uscire da questo virus”, ha aggiunto.

V-Day, la professoressa Capobianchi: “Mi sento benissimo”

“Mi sento benissimo”, ha assicurato Maria Rosaria Capobianchi, direttrice del Laboratorio di virologia dello Spallanzani che a febbraio 2020 ha isolato per la prima volta il Sars-CoV-2.

Prima vaccinata in Italia Capobianchi testimonia che “la scelta è stata abbastanza naturale. Mi sono offerta di essere vaccinata e sono stata scelta fra i primi come simbolo per dire di fidarsi e credere in questa scelta credo sia un esempio per gli altri operatori sanitari ma anche per tutta la popolazione”.

“Dobbiamo fidarci della scienza”, conclude.

V-Day, l’oss Omar Altobelli: “Io contento di essere cavia, no Vax sbagliano”

Dopo aver ricevuto il vaccino anti covid “sto benissimo, sono molto emozionato. Sono stato orgoglioso, lavoro qui da 9 mesi e sono davvero contento”, ha detto all’Adnkronos il primo uomo vaccinato in Italia, l’operatore socio-sanitario Omar Altobelli.

“Da oggi parte la campagna vaccinale e spero che tutti si vaccinino. Ai no Vax dico che oggi è importante vaccinarsi, è stato un anno difficile e non riesco neanche a parlare di quello che ho visto in reparto”.

“Sono contento di essere stato una cavia se pensano questo, ma sbagliano: il vaccino va fatto”.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev