VIDEO. Nba, Belinelli tripla che regala vittoria n.1000 a coach Popovich

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2015 21:08 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2015 21:08
VIDEO. Nba, Belinelli tripla che regala vittoria n.1000 a coach Popovich

Belinelli nella foto LaPresse

ROMA – Un canestro del bolognese Belinelli permette al leggendario allenatore dei San Antonio Spurs Popovich
di aggiungere un’altra perla alla sua grandiosa carriera. Riportiamo di seguito l’articolo de Il Corriere della Sera a firma di Flavio Vanetti.

Gregg Popovich, l’allenatore dei San Antonio Spurs nei quali gioca Marco Belinelli, è diventato il nono allenatore nella storia della Nba a raggiungere le 1.000 vittorie. E il traguardo l’ha tagliato proprio grazie al giocatore della nostra nazionale: Belinelli a due secondi dalla fine della partita a Indianapolis contro i Pacers ha segnato il canestro della vittoria, a coronamento di una rincorsa che i campioni in carica hanno portato a termine nel quarto tempo, risalendo da -14 fino al 95-93 finale. Per l’Italia la festa è doppia: il primo assistente di Popovich, vero e proprio vicario e probabilmente in un futuro non lontano suo erede alla guida degli «Speroni» del Texas è Ettore Messina.
La vittoria numero 1.000 è un’altra gemma in una carriera che fa di Popovich – di natali serbi e croati, rispettivamente da parte del padre e della madre, nato curiosamente proprio nello stato dell’Indiana dove ha vissuto questo momento storico – uno dei più grandi coach di sempre (e questo grazie alla conquista, in 19 anni, di cinque titoli, tutti con la squadra texana della quale è un’icona). Ci sono, come detto, otto colleghi che l’hanno preceduto; ma solo due, Phil Jackson e Pat Riley, sono stati più precoci di lui nell’arrivare a «quota 1.000».

Gregg ha festeggiato a modo suo, con la consueta discrezione e con quel profilo sobrio che spesso usa, essendo il motto «less is more» il caposaldo della sua filosofia di vita. «Sono sulla breccia da tanto tempo e ho potuto allenare buoni giocatori: questa è la formula che mi ha portato al traguardo. Trovare i giocatori giusti è difficile, ma io sono stato così fortunato da averne di ottimi nelle mie squadre». Dopo questo commento, si è concesso un brindisi nello spogliatoio, stappando una bottiglia di vino pregiato (è anche un provetto enologo).

Tutta la Nba si è unita nell’inviare a Popovich i complimenti: raramente un traguardo di passaggio come questo è stato festeggiato con tanta enfasi e con tanto affetto. Ma questo è un altro segno della grandezza di un allenatore al quale adesso rimane un ultimo obiettivo: condurre i suoi Spurs al primo «back to back» della loro storia, ovvero alla conferma del titolo Nba che detengono. Dopo aver mancato la doppietta di fila nelle precedenti quattro occasioni in cui era stata campione, San Antonio ci proverà di nuovo nei prossimi playoff. Non sarà facile, la concorrenza sarà spietata ma il coach-guru sa come trasformare i suoi giocatori nel momento in cui occorre fare la differenza. Se accadrà, anche l’Italia, grazie a Belinelli e a Messina, sarà a sua volta partecipe di un’impresa formidabile.

Video da Vine.