Virginia Raggi: “Lazio prima squadra della capitale”. Festa per i 120 anni biancocelesti VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Gennaio 2020 16:34 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2020 16:34
Virginia Raggi: "la Lazio è la prima squadra della capitale". Festa per i 120 anni biancocelesti VIDEO

Virginia Raggi con Claudio Lotito (foto da video)

ROMA – Virginia Raggi festeggia i 120 anni della Lazio e la fa utilizzando una frase “la prima squadra della Capitale”, una espressione che non è sfuggita agli attenti tifosi romanisti. Che non avranno preso benissimo il riferimento a uno dei più noti e antichi sfottò dei cugini biancocelesti: “Sì, è vero, i romanisti sono di più. Ma siamo nati prima noi”. Per non parlare di presunte origini abruzzesi della Roma… Fatto sta che la Raggi (di fede laziale, va ricordato) è intervenuta alla festa a Castel Sant’Angelo per i 120 anni del club di Claudio Lotito.

Il discorso di Virginia Raggi.

“Il 9 gennaio del 1900 nasceva la prima squadra della Capitale, dobbiamo dirlo. Nasceva a Piazza della Libertà, dove ogni anno i tifosi si ritrovano per festeggiare un momento. La Lazio ha una storia particolare, ha attraversato momenti difficili e meno difficili. Ci sono stati anche gli scudetti, uno l’ho vissuto anche io ed è stata una grandissima emozione. Ci sono anni in cui si corre di più e quelli in cui si rallenta un po’. Giorni in cui si vince e giorni in cui si impara. Quest’anno ci sta regalando una serie di successi.

Abbiamo visto belle giornate e belle vittorie. Con il presidente Lotito abbiamo avuto la possibilità di vederci a luglio, quando la Lazio ha vinto la Coppa Italia abbiamo vissuto un bellissimo momento in Campidoglio, la casa di tutti i romani. Ora siamo reduci da un’altra vittoria importante, quella della Supercoppa. Il campionato…non si dice, ma ci sta dando qualche soddisfazione. Questa stagione è iniziata con il piede giusto. Io, come sindaco di Roma, non posso che augurarmi il meglio”.

Il discorso di Lotito.

“In passato c’è stato qualche momento duro ma noi siamo la Lazio e tutti ci devono rispettare. Vinciamo con merito in tutte le discipline, senza cercare scappatoie. Noi ci siamo e ci saremo come dimostrano oggi i nostri 120 anni di storia, che in pochi possono vantare”. Lo dice il patron della Lazio Claudio Lotito, intervenendo alla celebrazione dei 120 anni della polisportiva Lazio in corso al salone d’onore del Coni.

“Il nostro ruolo – aggiunge – ci vede portare avanti tutti i giorni con orgoglio i nostri valori: rispetto e merito. Rappresentiamo un esempio, i valori dello sport. Questo orgoglio lo dobbiamo dimostrare quotidianamente, diventando una famiglia unita che vince e perde insieme. Possiamo creare le condizioni per crearla sempre più grande e credibile, che rappresenta tutti quelli che si identificano in quei valori fondamentali per raggiungere gli obiettivi. Tutti insieme possiamo farlo”.

“Siamo solo a metà strada, abbiamo vinto tante battaglie ma dobbiamo vincere la guerra. Questa è solo la foto di un momento. Scudetto? Sono discorsi che non ci riguardano. Dobbiamo restare umili, concentrati e con la stessa fame, consapevoli di essere una grande squadra”. Così il ds della Lazio, Igli Tare, all’ingresso al salone d’onore del Coni dove a breve si terrà la celebrazione per i 120 anni dalla nascita della polisportiva biancoceleste.

Le celebrazioni per i 120 anni della Lazio.

I 120 anni della Lazio, e Roma si veste di biancoceleste. Sono molteplici le iniziative per i festeggiamenti del 120esimo anniversario delle aquile. Da quando il 9 gennaio del 1900 Luigi Bigiarelli diede vita alla polisportiva più antica d’Europa. In Piazza della Libertà, a due passi da Piazza del Popolo, già da due giorni è allestito il villaggio biancoceleste, nello storico luogo dove venne concepita la Lazio.

Nella location storica di Castel Sant’Angelo si è tenuta la cena di gala alla presenza del patron Claudio Lotito, del ds Igli Tare e di tutti i vertici biancocelesti fino ad arrivare ai calciatori e al tecnico Simone Inzaghi, artefici della cavalcata che ha portato finora 9 vittorie consecutive in campionato e al successo in finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus in Arabia Saudita. A mezzanotte, poi, un brindisi speciale con il Castello illuminato di biancoceleste e la presentazione di un francobollo celebrativo dei 120 anni.

In programma anche la celebrazione al via dal Salone d’Onore del Coni, alla presenza del vicepresidente vicario Franco Chimenti con la consegna del Premio Bigiarelli, fra i premiati anche gli atleti storici delle sezioni della polisportiva, oltre ad altre personalità legate al mondo biancoceleste tra cui il patron Claudio Lotito, il ds Igli Tare e il centrocampista Marco Parolo.

La delegazione laziale sarà accolta anche in Parlamento per la costituzione del Lazio Club Montecitorio.

Per la sfida con il Napoli, inoltre, la Lazio giocherà con una speciale maglia celebrativa che vestirà poi Immobile e compagni per tutta la stagione.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Ansa.