Voli di Stato, Di Maio: “Ecco perché Salvini riesce a fare più piazze di me” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 maggio 2019 11:11 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2019 11:11
Voli di Stato, Di Maio: "Ecco perché Salvini riesce a fare più piazze di me" VIDEO

Voli di Stato, Di Maio: “Ecco perché Salvini riesce a fare più piazze di me”

GENOVA – “Voli di Stato? Ecco perché Salvini riusciva a fare più piazze di me”: ha risposto così il vicepremier Luigi Di Maio a chi gli domandava dell’inchiesta della Corte dei Conti sull’utilizzo improprio dei voli di Stato per andare ai comizi da parte del ministro dell’Interno. 

“Questa cosa la vedrà la Corte dei Conti. Io dico solo con molta simpatia che in questi mesi molti gruppi locali del Movimento mi chiamavano e mi dicevano ‘qui è venuto Salvini, perché tu non ci sei?’ Io mi chiedevo se fosse solo un problema legato alla presenza a Roma e forse stavo troppo nel ministero. Adesso ho capito perché lui riusciva a fare più piazze di me. Io, utilizzando solo i voli normali di linea, ho qualche difficoltà in più”, ha detto il capo politico di M5s a margine di una visita alla Piaggio Aerospace a Villanova di Albenga (Genova). 

Sulla vicenda la procura del Lazio della Corte dei Conti ha aperto un fascicolo esplorativo per verificare se ci sia stato uno spreco di risorse pubbliche legato ad un uso improprio degli aerei da parte del ministro, mentre il Pd ha presentato un’interrogazione parlamentare. 

Salvini, dal canto suo, si difende e assicura: “Nessun abuso, nessuna irregolarità: nessun volo di Stato o della Polizia per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali”. E fornisce la specifica delle 43 tratte volate nei suoi 11 mesi al Viminale. L’iniziativa dei magistrati contabili, aggiunge, “fa ridere. Penso di essere uno dei ministri che costa meno nella storia dell’Interno”.  “In nessun caso”, rilevano dal Viminale, Salvini ha usato voli di Stato e velivoli della polizia “per motivi estranei al suo ruolo istituzionale. Il ministro è abituato a utilizzare voli di linea, rigorosamente in economy, nonostante abbia il livello di tutela personale più elevato”. E’ la polizia a ricordare che “al ministro dell’Interno, per disposizione normativa, è attribuito il primo livello di protezione che dà diritto all’utilizzo di aerei di Stato al pari di tutti i soggetti sottoposti al medesimo livello di sicurezza”. E aggiunge che un’ora di volo costa complessivamente 1.415 euro. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista)