Walter Veltroni candidato: Corrado Guzzanti e la parodia del 2001 VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2015 11:59 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2015 12:10
walter veltroni candidato: corrado guzzanti e la parodia del 2001 VIDEO

Walter Veltroni candidato: Corrado Guzzanti e la parodia del 2001

ROMA Walter Veltroni. E’ lui il “favorito” per la corsa alla presidenza della Repubblica. Il nome che metterebbe d’accordo tutto il Pd (è già un’impresa) e che troverebbe anche il placet di Forza Italia.

Veltroni, il segretario del Pd che nel 2001 si imbarcò nell’impresa disperata della “corsa da soli” per sconfiggere Berlusconi alle politiche. Ereditava un partito dilaniato, e nel momento in cui l’Italia era divisa in berlusconiani e antiberlusconiani fece una corsa solitaria senza mai nominare Berlusconi, definendolo ossessivamente “il nostro avversario”. E perse. Col Pd che si fermò al 33% (fino a Renzi uno dei migliori risultati elettorali).

A distanza di quasi 15 anni Veltroni torna in auge. E il pensiero corre a una memorabile imitazione che di quel Veltroni fece Corrado Guzzanti. Era il 2001, e Veltroni candidato spiegavaa una perplessaLivia Turco perché proprio lui. Per esclusione vista l’indisponibilità dei vari Raoul Bova, Bastistuta, Fichi d’India ecc.

“Paolo e Chiara sono in tourneé, i Fichi d’India hanno il film. E ancora: Raoul Bova teme di perdere pubblico. Gabriel Omar Batistuta, invece, ha il problema di non avere il passaporto italiano” spiega Guzzanti-Veltroni.

Ma l’elenco, esilarante, continua:  Di Caprio, invece, ha rifiutato perché “ha già fatto Titanic e non si può fossilizzare nella parte di quello che affonda”.

Amedeo Nazzari, le chiede allora Livia Turco? E Veltroni risponde: “Lo dico a tutti i compagni della mozione Nazzari, Amedeo Nazzari è morto. Ho pensato di candidarlo pure da morto ma non si può. C’era pure Heidi, ma si dice che il nonno voti a destra”

Il video


Walter Veltroni e le elezioni by Corrado Guzzanti di pikkia