YOUTUBE Anna Oxa su Facebook: “Se ai miei figli succede…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2016 13:29 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2016 13:30
YOUTUBE Anna Oxa su Facebook: "Se ai miei figli succede..."

YOUTUBE Anna Oxa su Facebook: “Se ai miei figli succede…”

ROMA – Anna Oxa torna con un video messaggio pubblicato su Facebook. E torna a parlare della finale di Amici e dell’incolumità dei suoi cari. La cantante, che nelle scorse settimane aveva annunciato di essere andata via dall’Italia per difendere la propria incolumità, ha aggiunto stavolta che se dovesse succedere qualcosa ai suoi figli o alla sua assistente Milly Milano, farà venire a galla “tutta la verità”. Non si sa però quale verità. Inoltre ha spiegato che non ha intenzione di querelare Canale 5.

TvBlog ha riportato le parole pronunciate da Anna Oxa nel video:

Ciao a tutti,
non vorrei polemizzare. Uso questo termine, perché ogni cosa che dico, i giornalisti la definiscono polemica, perché ormai si sono disabituati alla verità.
Io non ho mai detto che devo fare querele a Canale 5, non ho motivo di farlo e non mi risulta di non essere in buoni rapporti con Maria.
So chi sta facendo scrivere questi articoli, so che è gente non sana, che vive in modo alterato la verità e la propria vita. La diretta è stata vista da tutti: ho detto solo due frasi, ma evidentemente qualcuno si è sentito toccato per smuovere la stampa in questo modo, come accadde nel 2014 il 14 di luglio (quando denunciò pubblicamente di essere vittima di Stalking N.d.R.). Mi dispiace togliere spazi nelle testate giornalistiche, invece di scrivere cose serie di ciò che accade nel mondo, in Italia sembra così interessante diffamare e infangare Anna Oxa per i giornalisti.
Novella 2000, anni fa, è stata condannata anni fa perché aveva violato dei diritti dei minori, parlo dei miei figli. Per questo conosco che la stampa non ha scrupoli per soldi. Detto ciò, le autorità hanno tanto materiale per poter constatare tante cose che erano già state anticipate, e per quanto riguarda i signori che stanno unendo le forze, perché si sono appropriate dei miei diritti e non hanno documenti: il vostro teatro non attecchisce più. Nonostante la complicità mediatica, la gente conosce la verità e soprattutto i palazzi di giustizia che hanno solo una parte di documenti.
Lasciatemi lavorare tranquillamente, senza creare situazioni nei concerti o in tv, per come avete fatto finora, perché io potrò solo documentare ogni cosa, e prima o poi le autorità dovranno rispondere anche per quelli che hanno scritto commenti ai danni della mia persona e del mio nome. Non potete nascondere un regolamento ministeriale, dicendo che Anna Oxa attacca ferocemente: la ferocia è solo nelle vostre menti, perché a quanto pare non è sana per vedere ciò che non è stato.
Ricordatevi, che se accade qualcosa all’incolumità dei miei figli, della signora Milly Milano (la sua assistente personale N.d.R.) e all’incolumità mia, tutti sapranno la verità e nessuno nasconderà tutto ciò che volete nascondere quando mi attaccate.
Non sono sola. Vorrei che questo fosse chiaro. Nel momento in cui toccherete uno di noi salterà fuori tutto quanto e vi assicuro che non potrete fermarmi.