blitztv

YOUTUBE Matteo Renzi quando diceva: “Se perdo al referendum mi dimetto”

YOUTUBE Matteo Renzi quando diceva: "Se perdo al referendum mi dimetto"

YOUTUBE Matteo Renzi quando diceva: “Se perdo al referendum mi dimetto”

ROMA – Quando Matteo Renzi diceva: “Se vince il No mi dimetto”. Si parlava del referendum costituzionale e più volte il presidente del Consiglio aveva detto che se avesse perso avrebbe lasciato il governo. Secondo ogni exit poll e proiezioni, il No è quasi al 60%.

Per Renzi, insomma, una disfatta totale. Con uno scarto che nella migliore delle ipotesi sarebbe di 10 punti e nella peggiore di 20 è molto difficile immaginare una permanenza a Palazzo Chigi. Lo sa bene Matteo Salvini che infatti stabilisce il nuovo record mondiale di apparizione davanti alle telecamere dopo il voto. Neppure il tempo di finire la lettura dei primi dati e Salvini è già sorridente ad annunciare la “vittoria di popolo contro i tre quarti dei poteri forti del mondo”.  Quindi Salvini pensa già alle elezioni politiche che da oggi sono decisamente più vicine: “Siamo pronti da subito a dare un’alternativa, perché l’opzione Renzi gli italiani l’hanno rottamata. Per il centrodestra si apre una stagione di responsabilità e di possibile vittoria”.

Poco dopo parla il vicesegretario del Pd Guerini. E il tono è decisamente diverso: “I primi dati danno alcune indicazioni, aspettiamo conferma dati, valutazione più compiuta quando i dati arriveranno a nostra attenzione. Il Pd convocheremo gli organi del partito in pochi giorni, probabilmente martedì”.

To Top