Alex Rocco è morto. Interpretò il gangster Moe Greene ne Il Padrino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 luglio 2015 16:27 | Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2015 16:29
Alex Rocco, il gangster Moe Greene ne Il Padrino

Alex Rocco, il gangster Moe Greene ne Il Padrino

ROMA – È morto l’attore Alex Rocco, il gangster Moe Greene ne Il Padrino. Aveva 79 anni. A dare l’annuncio della morte, ma senza indicare le cause, la figlia Jennifer su Facebook. Nato in Massachusetts, da genitori di origini italiane, Rocco, al secolo Alexander Federico Petricone, aveva iniziato la carriera cinematografica negli anni ’60 dopo essersi trasferito in California e dopo dei trascorsi nella malavita con le bande criminali di Boston.

In un’intervista del 2012 a proposito de ‘Il Padrino’ disse che il ruolo del gangster ebreo Moe fu per lui come un biglietto per qualsiasi parte. “Quando ebbi la parte -disse- andai da Francis Ford Coppola. In quei giorni la parola era ‘Leggi il libro’ (quello omonimo di Mario Puzo che ha ispirato il film, ndr). Io il libro lo avevo letto. Andai lì per non so quale parte di italiano, ma Coppola fa: ‘Ho il mio ebreo’. Al che io dissi: Signor Coppola sono italiano non saprei come interpretare un ebreo. E lui fa: ‘Chiudi la bocca’…. Da allora ho sempre interpretato ebrei”. Oltre a Il Padrino ha interpretato ruoli in Una strana coppia di sbirri , Quella pazza famiglia Fikus, Professione pericolo, Prima o poi mi sposo, Smokin’ Aces. Ha avuto anche ruoli in serie televisive famose come Starsky & Hutch, Sabrina, Vita da Strega, E.R. nonché da doppiatore ne I Simpson, A Bug’s Life – Megaminimondo e Batman: Year One.