Anna Karina è morta: fu attrice della Nouvelle Vague e musa di Jean-Luc Godard

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2019 11:49 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2019 11:49
Anna Karina è morta: fu attrice della Nouvelle Vague e musa di Jean-Luc Godard

Anna Karina e Jean Paul Belmondo in Pierrot le fou, di Jean-Luc Godard (Ansa)

PARIGI  –  E’ morta Anna Karina, attrice e cantante danese, musa e compagna di Jean-Luc Godard e della Nouvelle Vague. Aveva 79 anni ed era malata di cancro. Lo ha riferito il suo agente all’agenzia France Presse

Karina era nota soprattutto per i ruoli interpretati negli anni Sessanta nei film di Godard Le petit soldat (1960), La donna è donna (1961), Questa è la mia vita (1962), Band à part (1964), Agente Lemmy Caution, Missione Alphaville (1965), Il bandito delle undici (1965), Una storia americana (1966). Nel frattempo Karina fu anche cantante, in particolare al fianco di Serge Gainsbourg.

Ma Karina lavorò anche con altri registi. Tra gli altri film si ricordano Susanna Simonin, la religiosa (1966) di Jacques Rivette, Cleo dalle 5 alle 7 (1962) di Agnès Varda, Il piacere e l’amore (1964) di Roger Vadim e La schiava di Bagdad (1963) di Pierre Gaspard-Huit.

Dopo il divorzio da Godard nel 1967, Karina lavorò anche all’estero. Nel 1965 aveva recitato ne Le soldatesse di Valerio Zurlini; nel 1967 fu collega di Marcello Mastroianni sul set de Lo straniero di Luchino Visconti, nel 1969 recitò ne La spietata legge del ribelle di Volker Schlondorff, ne In fondo al buio di Tony Richardson e in Rapporto a quattro, diretto da George Cukor.

L’ultima apparizione cinematografica risale al 2002, nel film The truth about Charlie (2002) di Jonathan Demme, ricco di riferimenti alla Nouvelle Vague. (Fonte: Agi)