Babi Christina Engelhardt: “Avevo 16 anni e iniziai una storia con Woody Allen”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Dicembre 2018 11:46 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2018 11:46
Babi Christina Engelhardt: "Avevo 16 anni e iniziai una storia con Woody Allen" (foto Ansa)

Babi Christina Engelhardt: “Avevo 16 anni e iniziai una storia con Woody Allen” (foto Ansa)

ROMA – L’ex modella e attrice Babi Christina Engelhardt all’Hollywood Reporter ha svelato di aver avuto una relazione, quando era appena sedicenne, con Woody Allen.

Era il 1976. Fu lei, racconta, a prendere l’iniziativa. Lasciò un biglietto sul tavolo di Woody Allen: “Dal momento che hai firmato abbastanza autografi eccoti il mio”. C’era il numero di telefono e il regista, allora 41enne, la chiamò pochi giorni dopo. La relazione continuò per otto anni.

Allora l’età della maturità sessuale era fissata a 17 anni ma Allen – racconta la donna – non chiese mai la sua età. “Però sapeva che andavo alle superiori”, dice la Engelhardt che oggi ha 59 anni e che racconta di quella relazione sulla scia del movimento #Metoo. “E’ cambiato tutto ora, è come se improvvisamente gli altri si aspettassero da me di parlare male di lui”.

Nel 1979 esce il film Manhattan che racconta della diciassettenne Tracy (interpretata da Mariel Hemingway che per questo ruolo fu nominata all’Oscar) che con entusiasmo decide di andare a letto con il personaggio interpretato da Allen, Isaac “Ike” Davis, di ben 42 anni. “Il film – dice la Engelhardt -mi ricordava il perché ho sempre trovato così interessante quell’uomo. Il suo umorismo è magnetico”.

La Engelhardt non si definisce vittima di quel rapporto: “Non voglio gettare fango su di lui, racconto una storia d’amore che mi ha fatto diventare chi sono. Non ho rimorsi”.

Negli anni che seguirono la Engelhardt ebbe anche un rapporto artistico, del tutto professionale, con Federico Fellini. “Un giorno Allen telefonò a Fellini, a Roma, e risposi io. Mi disse: mi hai lasciato per Fellini? Meraviglioso!. Era scioccato che fossi in compagnia del suo mito”. Oggi Christina Engelhardt è una donna divorziata, madre di due ragazze adolescenti, che vive in un bell’appartamento di Beverly Hills. “Non fraintendetemi, non ho raccontato questa storia per attaccarlo, ma per dare un punto di vista diverso anche al movimento #Metoo, per dare la mia prospettiva. Non voglio in alcun modo attaccare Woody Allen”.  Woody Allen che, dopo la pubblicazione dell’articolo, ha negato un suo commento sulla vicenda.