Cinema

“La banda del Brasiliano”: in dvd il film in cui i giovani precari rapiscono i cinquantenni

Dal prossimo 8 giugno sarà in vendita il dvd de “La banda del Brasiliano”, primo lungometraggio del collettivo pratese John Snellinberg.

Oltre ad essere un omaggio a pellicole come “La banda del gobbo” e “La banda del trucido”, che molti ricorderanno per il personaggio di Er Monnezza “la banda del Brasiliano” è al tempo stesso un’opera su uno dei temi d’attualità più discussi degli ultimi tempi: il precariato. I protagonisti sono infatti quattro amici sulla trentina, tutti senza posto fisso né certezze professionali e con in testa una missione: rapire i cinquantenni, individuati come i principali responsabili della diffusione del precariato nella società.

“Una provocazione con un fondo di verità”, la definisce il regista Patrizio Gioffredi, 31 anni: “La nostra non è una parodia, ma una rilettura in chiave contemporanea del cinema di genere anni Settanta. Nel nostro collettivo siamo più o meno tutti precari. Di chi è la colpa? Della generazione dei nostri padri, che ha contribuito a lasciarci in eredità un’Italia dove i diritti dei lavoratori si sono affievoliti, il bagaglio culturale è disperso e il potere è concentrato nelle mani di pochi”.

Un’impietosa lettura della realtà, data in pasto allo spettatore con i toni della farsa, con un’ironia che punta al sorriso e alla riflessione. Così il povero cinquantenne rapito dai quattro goffi delinquenti, il Biondo, il Mutolo, il Randagio e il Brasiliano, diventa il capro espiatorio dei problemi di una generazione in crisi d’identità, destinatario di accuse che fatica a comprendere, tra cui la più grave: “Ci avete dato i mezzi e ci avete tolto gli scopi”.

Ecco il trailer del film:

To Top