Bernardo Bertolucci pensa al 3D per il prossimo film “Io e te”

Pubblicato il 17 Febbraio 2011 19:31 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2011 19:32

Bernardo Bertolucci

ROMA – Bernardo Bertolucci pensa al 3d per il suo prossimo film, Io e te, ispirato all’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti. A Sky Cinema News, in onda stasera alle 21, il regista racconta: ”Con Niccolò Ammaniti, stiamo lavorando alla sceneggiatura insieme a Umberto Contarello che è  una voce nuova tra noi due. Appena ho letto il libro ho subito deciso di farne un film”.

E aggiunge: ”C’è una cosa che mi affascina molto e che sto sperimentando per il nuovo film: ho pensato di girarlo in 3D.”. ”E’ un film molto piccolo che si svolge quasi tutto in una cantina e ho pensato che proprio il 3D mi darà qualcosa in più, la possibilità di andare cosi’ a fondo nella scenografia, così a fondo nell’ombra e nel mistero di una cantina, come si va a fondo anche con i personaggi. Insomma del 3D mi piace molto come i corpi e i volti vengono fuori”, spiega Bertolucci.

Il libro di Ammaniti, pubblicato da Einaudi Stile Libero lo scorso anno, è un magnifico ritratto di adolescente come tanti, solo, introverso, un po’ nevrotico. Lorenzo ha 14 anni, frequenta il liceo classico e per lui gli altri sono un po’ un incubo, cosi’ quando con una scusa riesce a barricarsi in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, senza conflitti, senza compagni di scuola, niente commedie e finzioni, gli sembrerà di vivere bene. Sarà Olivia, 23 anni, una sorella che appena sa di avere, che piomba all’improvviso nel bunker con la sua ruvida vitalità e i suoi problemi con la tossicodipendenza, a far gettare a Lorenzo la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita là fuori.