La Chiesa contro Nanni Moretti: “Boicottiamo Habemus Papam”

Pubblicato il 17 Aprile 2011 15:27 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2011 15:27

ROMA – I cattolici contro Nanni Moretti: “Bocciamo Habemus Papam al botteghino”. L’appello è stato lanciato sull’Avvenire dal vaticanista Salvatore Izzo contro il regista del film sul pontefice.

Ecco cosa ha scritto Izzo: “Saremo noi a decretare il successo di questo triste film, se ci lasceremo convincere ad andare a vederlo, perché il pubblico laico si annoierebbe a morte e infatti diserterà le sale. È su di noi che si fa conto per recuperare l’investimento cospicuo che è stato fatto per ricostruire la Sistina in uno studio”.

“Alla disinvoltura con la quale i media trattano i temi religiosi ormai ci siamo abituati – ha rilevato Izzo – Il fatto nuovo di questi gironi è invece come alcuni opinionisti cattolici trattano il film di Moretti Habemus Papam. Così l’ospitalità che chiedo è per lanciare un appello: non fidiamoci dei critici cattolici, anche se preti, che lo assolvono (con una ben curiosa giustificazione: Moretti poteva essere molto più cattivo)”.

“Se vogliamo respirare l’atmosfera del Conclave – ha proseguito Izzo – andiamoci direttamente alla Sistina: per i giorni della beatificazione i Musei Vaticani hanno prolungato l’orario di apertura e dimezzato il costo dei biglietti. Perché dobbiamo finanziare chi offende la nostra religione?”.

Il papa, dice Izzo, “non si tocca: è il Vicario di Cristo, la Roccia su cui Gesù ha fondato la sua Chiesa”. Insomma di “Habemus Papam – conclude – non abbiamo bisogno, noi il Papa ce lo abbiamo per davvero”.