Bradley Welsh, l’attore di “Trainspotting 2′ ucciso in una sparatoria a Edimburgo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Aprile 2019 11:18 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2019 11:18
Bradley Welsh, l'attore di "Trainspotting 2' ucciso in una sparatoria a Edimburgo

Bradley Welsh, l’attore di “Trainspotting 2′ ucciso in una sparatoria a Edimburgo

ROMA – Il pugile e attore Bradley Welsh è stato ucciso nella sua Edimburgo durante una sparatoria.

Bradley Welsh aveva 42 anni e, dopo un passato sul ring e come giocatore di football, aveva esordito al cinema in “T2: Trainspotting”, il sequel del film di culto diretto da Danny Boyle, con Ewan McGregor, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller e Robert Carlyle. Bradley Welsh, nel film che raccontava i quattro amici Renton, Sick Boy, Begbie e Spud 20 anni alle prese con le loro nuove vite, interpretava il criminale Doyle.

La polizia inglese, arrivata sul posto dopo una chiamata, sta indagando e ha chiesto a “chiunque avesse informazioni” di trasmetterle.

“Bradley John Welsh, il mio cuore è spezzato – ha scritto su Twitter Irvine Welsh, l’autore del romanzo “Trainspotting” da cui è stato tratto il film-  Arrivederci mio caro e bellissimo amico. Grazie di avermi reso una persona migliore e aiutarmi a a vedere il mondo in un modo più gentile e più saggio”.