Cinema

Jason Priestley, Brandon di Beverly Hills eroe per aver dato un pugno a Weinstein

Jason-Priestley-pugno-Weinstein

Brandon di Beverly Hills eroe del momento: “Diedi un pugno a Weinstein”

LOS ANGELES – “Diedi un pugno in faccia ad Harvey Weinstein”. Così l’attore Jason Priestley, l’indimenticabile Brandon Walsh di Beverly Hills 90210, si è guadagnato la stima del web per aver preso a cazzotti, in tempi non sospetti, il produttore di Hollywood, oggi caduto in disgrazia per lo scandalo molestie.

L’episodio risale al lontano 1995. A distanza di oltre 20 anni è stato lo stesso Priestley, all’epoca protagonista della serie tv più guardata di sempre, a raccontare su Twitter quei concitati istanti.

Lo scontro è avvenuto ad una festa Miramax in occasione dei Golden Globe. L’attore era tra i candidati proprio per la sua interpretazione in Beverly Hills 90210, ma il premio andò poi a Dennis Franz per New York Police Department.

In realtà la prima a rivangare l’episodio è stata l’attrice Tara Strong che in un tweet in cui esprimeva solidarietà alla collega Mira Sorvino, vittima anche lei delle molestie di Weinstein, ha scritto: “Non mi sorprende che il mio amico Jason Priestley l’abbia preso a pugni una volta”.

Quella volta fu appunto alla festa Miramax. Come poi ha raccontato lo stesso Priestley su Twitter, in pratica, Weinstein durante la festa gli avrebbe intimato con un gesto di andarsene per poi negare di averlo fatto.

“Weinstein mi rispose: ‘Non ho detto che devi andartene’. E io; ‘Mi hai appena detto di andarmene via’. L’atmosfera si stava surriscaldando, lui mi strinse più forte e mi disse: ‘Perché non usciamo e ne parliamo fuori?’. Era tutto quello che avevo bisogno di sentire.

Gli dissi: ‘Con te non vengo da nessuna parte’ mentre gli tiravo un pugno col destro in pieno viso. Arrivarono le guardie della sicurezza, ci separarono, e io fui scortato fuori dalla festa”.

Restano oscuri i motivi della lite. Non è chiaro perché Weinstein volesse che Jason lasciasse la festa. Forse tra i due c’è stato solo un equivoco? Oppure già all’epoca il giovane Priestley prese le difese di qualche collega? Fatto sta che nel giro di breve, il mitico Brandon è diventato l’eroe del momento. E in molti sono pronti a scommettere che la mancata ascesa della sua carriera sia legata proprio a quel pugno.

 

To Top