Cannes, dieci minuti di applausi alla prima di “Biutiful”

Pubblicato il 18 maggio 2010 13:26 | Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2015 18:04

“Non è affatto un film cupo, oscuro, triste, ma anzi è pieno di speranza. Il mio film più positivo”, così il regista messicano Alejandro Gonzalez Inarritu ha difeso più volte il suo “Biutiful” che ieri 17 maggio è passato in concorso al Festival di Cannes e accolto da applausi.

Una difesa di rigore, quella del regista di Babel, che per la prima volta, tra l’altro, si è ritrovato a lavorare dopo il divorzio artistico da Guillermo Arriaga. Il film girato in spagnolo infatti non dà molta concessione all’allegria, anzi. Racconta infatti la più che tragica storia di Uxbal (Javier Bardem), uomo che si dedica a traffici poco puliti a Barcellona, ma che è anche un sensitivo che sente le voci dei morti, e soprattutto padre (vero tormentone di questa 63ma edizione) per giunta malato di cancro.

Il film girato in spagnolo nella sola Barcellona, fatto del tutto inedito per il regista che ama le dislocazioni, dice ancora Inarritu “ha, secondo me, come personaggio principale un uomo pieno di luce che, come quelli della tragedia greca, sfida gli stessi dei. Un uomo capace di perdonare e di compassione, una cosa che manca del tutto alla contemporaneità. Basti pensare al solo terrorismo, la vera malattia del presente”.

“In questo film – aggiunge il protagonista Bardem – c’è la malattia del personaggio e del mondo intero. Ma Uxbal alla fine non vuole perdere, prima di andarsene, tutto quello che gli resta. L’amore per i suoi figli e gli altri. Il suo è come un lutto interiore verso l’umanità”.

In sala il film è stato accolto da quasi dieci minuti di applausi e soprattutto tanta commozione. In sala, ad aspettare che entrasse l’attore protagonista assoluto, Javier Barbem, c’era la sua fidanzata Penelope Cruz. Trascinato dagli applausi, mentre Barbem teneva dentro l’emozione, Inarritu non ha trattenuto le lacrime. Accanto a lui il padre, cui è dedicato il film, piangeva invece a dirotto.

Ecco le immagini del red carpet di “Biutiful”,  film in “odore” di premio: