L’attrice Lindsay Lohan condannata a 90 giorni di carcere: alla lettura della sentenza scoppia in lacrime

Pubblicato il 7 luglio 2010 10:12 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2010 11:26

L’attrice americana Lindsay Lohan è stata condannata ieri (martedì 6 luglio) in California a 90 giorni di carcere per non aver rispettato il periodo di rieducazione a cui era tenuta in seguito a una precedente condanna per guida in stato di ebbrezza.

L’attrice, 24 anni, al momento della sentenza è scoppiata in lacrime. La giudice Marsha Revel l’ha condannata anche a seguire per tre mesi un programma di riabilitazione per dipendenti da alcool o droga. Prima della sentenza Lindsay Lohan aveva implorato il giudice Revel di essere clemente, garantendo che stava seguendo con rigore il programma di recupero dall’alcool a cui era stata precedentemente condannata.

”Per me non è affatto uno scherzo – aveva detto in aula -. E’ in gioco la mia vita, la mia carriera”. La Corte tuttavia ha preso atto che l’attrice non si è presentata regolarmente alle sedute di rieducazione, come le era stato imposto a suo tempo. ”Non avrei potuto essere più chiara di come sono stata” ha detto la giudice Revel, prima di emettere la sentenza: