Carlo Verdone: “La politica non entri a gamba tesa sul cinema”

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 9:58 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 10:51

ROMA – ”La politica, di destra e sinistra, deve smetterla di entrare a gamba tesa. Il cinema cosi’ viene umiliato. Dovrebbe aiutarlo, invece ci va contro. Non riusciremo mai a liberarcene”. Cosi’ Carlo Verdone in un’intervista al Gazzettino. ”Non se ne puo’ piu’. Tutto questo casino attorno ai festival e’ insopportabile. Venezia e’ ‘il’ festival d’Italia, Roma e’ un altro festival, e’ nato cosi’ e cosi’ deve essere. Questo sovrapporsi di date non ha senso”, dice Verdone. ”Non c’e’ posto in Italia per 3-4 grandi festival. E poi – prosegue – che credibilita’ abbiamo all’estero? Poca, quasi niente. A parte qualche grande autore d’oggi, si continua a vivere nel passato glorioso, ma non siamo autorevoli”.