Cate Blanchett, anziana inglese sviene al suo spettacolo: scene violente e troppo esplicite

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Gennaio 2019 5:37 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2019 22:19
Cate Blanchett, anziana inglese sviene al suo spettacolo: scene violente e troppo esplicite

Cate Blanchett, anziana inglese sviene al suo spettacolo: scene violente e troppo esplicite

LONDRA – Un’anziana inglese era contenta di essere riuscita ad acquistare un ambito biglietto per lo spettacolo teatrale “When We Have Sufficiently Tortured Each Other” (Quando ci saremo torturati a sufficienza), con protagonista la star hollywoodiana Cate Blanchett, ma la signora è svenuta in sala per le scene violente e sessualmente esplicite.

La disavventura dell’anziana ha costretto lo staff del National Theatre di Londra a prendere provvedimenti e a inviare un’email ai numerosi spettatori già in possesso del biglietto, avvertendoli della presenza di “sconvolgenti tematiche per adulti” e “scene violente a sfondo sessuale”.

Lo spettacolo, che ha fatto il tutto esaurito nel giro di pochi giorni, ha come protagonisti Cate Blanchett e Stephen Dillane, star del “Trono di Spade”, e prevede scene sessuali esplicite, tra cui un’orgia all’interno di un’auto. Scene di sadomaschismo si alternano a quelle di violenza sulle donne e a pericolosi giochi erotici: come anticipato proprio dal National Theatre, la storia “esplora la disordinata, spesso violenta, natura del desiderio umano e i complicati ruoli tra uomini e donne”.

Non è chiaro cosa abbia causato il malore della donna, che è stata poi ricoverata in ospedale, ma quel che è certo è che non è stata l’unica a subire gli effetti negativi della rappresentazione, commenta il Daily Mail. “E’ incredibilmente esplicito e violento, onestamente credo che abbiano esagerato”, ha detto al Times uno spettatore.

In una recente intervista rilasciata al Guardian, Cate Blanchett ha affermato di essere a conoscenza dell’impatto che lo spettacolo ha sulle persone. “Alcune rimangono perplesse, altre si arrabbiano. Alcune addirittura si eccitano”, ma la cosa “davvero importante è la conversazione che segue una volta usciti dal teatro”.

I contenuti espliciti e violenti, tuttavia non hanno fermato il pubblico che vuole conquistarsi un biglietto a tutti i costi e lo spettacolo infatti ha registrato il tutto esaurito. Basato su “Pamela”, un romanzo di Samuel Richardson del 1740, la rappresentazione andrà in scena fino al 2 marzo.