Cicely Tyson è morta, l’attrice è stata la prima donna nera a vincere l’Oscar alla carriera

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 29 Gennaio 2021 12:02 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2021 12:02
Cicely Tyson morta

Cicely Tyson è morta, l’attrice è stata la prima donna nera a vincere l’Oscar alla carriera (foto ANSA)

E’ morta Cicely Tyson, l’attrice afroamericana di Pomodori verdi fritti alla fermata del treno (nel minore ma significativo ruolo di Sipsey) che a Broadway e a Hollywood ruppe le barriere della razza in tv, al cinema e a teatro. Aveva 96 anni. La notizia della sua morte è stata data dal manager, Larry Thomson, che non ne ha rese note le cause.

Nella sua lunga carriera Cicely Tyson, figlia di una cameriera e di un muratore emigrati dai Caraibi, si era sempre rifiutata di interpretare parti di cameriere, drogate o prostitute, ruoli che giudicava un insulto per le donne di colore. Tra le sue parti in teatro, nel 1961 in ‘The Blacks’ di Jean Genet a Off Broadway. Decenni dopo aveva vinto un Tony come protagonista di un revival di ‘The Trip to Bountiful’. La Tyson era stata candidata agli Oscar nel 1973 per il dramma di Martin Ritt ‘Sounder’. Nel 2018 aveva vinto l’Oscar alla carriera: una prima volta per una donna nera.  

La carriera di Cicely Tyson

Cicely Tyson nacque ad Harlem, a New York, nel 1924. Iniziò a recitare a teatro e a lavorare come modella, poi dalla fine degli anni Sessanta iniziò una lunga carriera nei film per il cinema e la televisione.

Nel 1974 vinse due premi Emmy per il film TV Autobiografia di Miss Jane Pittman, in cui interpretava una donna nera nata sotto la schiavitù che in vecchiaia visse i movimenti per i diritti civili degli anni Sessanta. Nel 2013 vinse un Tony Award per la sua performance nell’adattamento dell’opera teatrale The Trip to Bountiful e nel 2018, a 93 anni, fu la prima donna afroamericana a ricevere l’Oscar alla carriera. Più di recente Tyson aveva recitato nelle serie House of Cards e Le regole del delitto perfetto (“How to get away with murder”).