Harry Potter torna nelle sale italiane ed è subito record di incassi

Pubblicato il 22 Novembre 2010 19:43 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2010 21:46

“Harry Potter e i doni della morte” non ha tradito le attese: in Italia (come nel resto del mondo) guida la classifica degli incassi del weekend con un risultato da record. Forte di 836 copie monitorate da Cinetel, la prima parte dell’epilogo della saga del maghetto ha incassato circa 7 milioni e mezzo di euro, con una media per sala elevatissima (8.915). Al secondo posto un’altra saga molto amata e al capitolo finale, quella horror di “Saw”, stavolta in 3d: uscito mercoledì il film ha una media per sala degna di Potter (7.175).

Riesce a restare sul podio dei primi tre la commedia di Fausto Brizzi, “Maschi contro femmine”, scesa dal primo al terzo posto, e con un incasso totale che in un mese di programmazione sta andando verso i 13 milioni di euro. Dopo di loro resta ben poco: tutte con il segno meno ed incassi in picchiata le altre pellicole che hanno sofferto vistosamente dell’invasione nelle sale di Harry Potter.

Tra le nuove uscite, si piazza al sesto posto la commedia con Uma Thurman “Un marito di troppo”; fuori classifica gli altri debutti: “I fiori di Kirkuk” al 17/mo, “Dalla vita in poi” di Lazotti al 19/mo, “L’estate di Martino” al 24/mo, I”o sono con te” al 26/mo. Degna di nota la resistenza nella top ten di “Benvenuti al Sud”: dal quarto è al quinto posto dopo 8 settimane di uscita e un’incasso verso i 29 milioni di euro.

“Noi credevamo”, il film risorgimentale di Mario Martone, al centro di un caso polemico per il numero di copie di uscita è protagonista di un piccolo miracolo: dal 15/mo posto della scorsa settimana, grazie al passaparola e al numero di copie passato da 30 a 55, è risalito di posizione e ora è al 12/mo posto con una media per sala (4.706).

5 x 1000