Cinema: John Travolta sarà il mafioso John Gotti Senior

Pubblicato il 12 Aprile 2011 19:31 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2011 19:58

NEW YORK – John Travolta nel suo prossimo film sarà John ‘Teflon Don’ Gotti, il mafioso più potente e famoso di New York negli Anni Ottanta. L’attore americano ha infatti accettato l’offerta avanzatagli dalla famiglia Gotti per impersonare sul grande schermo uno dei personaggi più controversi e affascinanti della moderna mafia americana. John Gotti senior, nato nel Bronx, a New York, nel 1940 da due italo-americani, John e Filomena Gotti, morì in carcere nel 2002 dopo essere stato condannato dieci anni prima all’ergastolo per una serie infinita di reati: cinque omicidi, estorsione, gioco d’azzardo, riciclaggio di denaro, ostruzione alla giustizia ed evasione fiscale.

Uno dei figli, John Gotti junior, non ha mai accettato l’idea che il padre venisse ricordato ”semplicemente come un gangster mafioso”. ”Mio padre – ha detto oggi a New York in una affollatissima conferenza stampa – era molto, molto più di questo. Un padre di famiglia presente e premuroso, un uomo che ha pagato fino in fondo per tutto ciò che ha commesso. Volevo che, per amore di verità, la gente vedesse anche questo diverso punto di vista”.

E’ questo ”punto di vista della famiglia” che ha convinto John Travolta a firmare per il film, che sarà diretto da Nick Cassavetes e che vedrà nel cast anche Joe Pesci e (forse) Lindsay Lohan. ”Ho incontrato John Gotti jr, abbiamo parlato a lungo dei valori della famiglia, del senso dell’amore tra un padre e un figlio. Come sapete ho perso un figlio – ha aggiunto l’attore riferendosi al figlio Jett, morto nel 2009 alle Bahamas all’eta’ di 16 anni – e posso dire che questo film parla soprattutto di questo. Ho letto lo script e me ne sono innamorato”.

Nel film comparirà per la prima volta anche Ella Blue Travolta, 11 anni, la figlia di John Travolta. ”Non ho intenzione di nascondere nessuna verità scomoda – ha detto il regista Nick Cassavetes spiegando le ragioni per cui ha accettato l’offerta di John Gotti jr – Ma sono convinto che un film come questo possa fornire al pubblico spunti di riflessione che vanno al di là degli stereotipi. Perchè è vero che John Gotti era un mafioso. Ma è vero anche che la sua figura non si esaurisce lì, c’è un altro John Gotti che merita di essere raccontato. Ogni volta che si è presentato in tribunale, noi abbiamo vinto ma lui ha riconosciuto ogni sua colpa. C’è molto da dire su questo”. Il film (titolo provvisorio ”Gotti: Three Generations”) è prodotto da Marc Fiore e comincera’ le riprese a breve. Dovrebbe uscire il prossimo anno.