Salvata dalla bancarotta, la Mgm verso James Bond n.° 23

Pubblicato il 21 Dicembre 2010 18:43 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2010 18:52

Il mitico Studio di produzione cinematografica del leone ruggente, la Metro-Goldwin-Mayer, si è salvata dalla bancarotta e oggi sta facendo sognare Hollywood: con i beninformati che parlano già della realizzazione di un nuovo James Bond, il ventitreesimo, e di una nuova scia di film grandiosi come ‘Il mago di Oz’ o ‘Rocky’, che resero famosa la MGM nei suoi anni dorati.

Fondata nel 1924 sotto il motto ‘Arte per il bene dell’arte’, la Mgm ha raccolto 500 milioni di dollari in finanziamenti dalla JPMorgan Chase & Co per nuovi film e show televisivi, ha messo a punto un piano di ristrutturazione che vede lo Studio snellito con soli 320 impiegati, con un nuovo management e pronto a chiudere il periodo turbolento che sembrava portarla alla chiusura.

Il piano, approvato dal tribunale per la bancarotta di New York, prevede la conversione da parte dei creditori di MGM di 5 miliardi di dollari di debito nella maggioranza di capitale dello Studio, la cui proprietà azionaria cambia così di fatto. A guidare la MGM sono gli ex fondatori di Spyglass Entertainment, Gary Barber e Roger Birnbaum, oggi co-presidenti e amministratori delegati.

”La casa di produzione emerge da uno dei periodi più difficili della sua storia e siamo onorati di avere la opportunità di guidare uno degli Studio piu’ famosi di Hollywood verso una nuova generazione di film indimenticabili, di produzioni e distribuzioni televisive globali, perseguendo una nuova piattaforma di sviluppo dell’intrattenimento digitale”, dice una nota di Barber e Birnbaum. ”Ad iniziare da oggi – continua la nota – la Mgm è una azienda più forte, più competitiva, con una base finanziaria solida e un radioso futuro”.

Il primo nuovo film della Metro-Goldwin-Mayer potrebbe arrivare nelle sale Usa al più presto nel 2012 e secondo gli esperti si potrebbe trattare di ben 2 episodi di ‘The Hobbit’ di J.R.R. Tolkien,una co-produzione con Warner Bros. Grande attesa poi per un possibile James Bond numero 23, e il film dell’horror ”La Cabina nel bosco”.

[gmap]