Coronavirus: ecco Corona, il primo film (girato a febbraio) sul Covid-19

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Aprile 2020 12:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2020 12:02
Coronavirus, Ansa

Coronavirus: ecco Corona, il primo film (girato a febbraio) sul Covid-19 (foto Ansa)

ROMA – Poteva mancare un film sul coronavirus? Ovviamente no. Il primo film sul Covid-19, infatti, girato a febbraio in pochi giorni, è già pronto.

La trama è semplice. La trama è quella di alcuni ragazzi rimasti bloccati in un ascensore. Tra loro c’è anche una ragazza cinese. Ragazza cinese sospettata di avere, per l’appunto, il coronavirus.

Titolo del film? Semplice: Corona. Il regista è Mostafa Keshvari, regista iraniano che ha studiato cinema e lavora in Canada, a Vancouver.

“Corona – ha detto l’autore del film al New York Times – parla di paura, è uno studio sulla società, le persone e le scelte morali”.

L’idea, spiega il regista questa volta a Hollywood Reporter, è nata “proprio su un ascensore, oltre due mesi fa, leggendo la notizia degli attacchi che stavano subendo, per la paranoia legata al virus, i turisti cinesi. Il Covid-19 è stato denominato all’inizio virus cinese. Ma ora colpisce tutti, non esiste un problema razziale. Ora la razza umana deve unirsi per sconfiggerlo. Il virus non discrimina, perché dovremmo farlo noi?”.

Il regista iraniano ha iniziato a lavorare sul film a inizio gennaio, in due settimane ha scritto la sceneggiatura e in dieci giorni è stato creato il set: “Abbiamo affittato uno spazio e ci abbiamo costruito un ascensore”.

Agli attori, da cui voleva il massimo realismo, ha dato spazio anche per improvvisare: “Ho chiesto loro di immaginare che il coronavirus fosse presente su quell’ascensore”.

Fonte: New York Times, Hollywood Reporter.