Festival di Cannes, Palma d’oro a Jacques Audiard, Italia a bocca asciutta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Maggio 2015 20:15 | Ultimo aggiornamento: 24 Maggio 2015 20:15
Festival di Cannes, Palma d'oro a Jacques Audiard, Italia a bocca asciutta

Festival di Cannes, Palma d’oro a Jacques Audiard, Italia a bocca asciutta

CANNES – L’Italia resta a bocca asciutta: il Palmares del Festival di Cannes 2015 non contempla alcun premio per il nostro cinema, nonostante i tre film in concorso: Il racconto dei racconti – Tale of tales di Matteo Garrone, Mia madre di Nanni Moretti e Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino. Jacques Audiard per Dheepan vince la Palma d’Oro.

Si chiude così la 68esima edizione del Festival di Cannes. Ecco tutti i premi:

Jacques Audiard per Dheepan vince la Palma d’Oro del 68/o Festival di Cannes.

Mads Mikkelsen annuncia il Gran Prix speciale della giuria a Laszlo Nemes. L’ungherese esordiente Laszlo Nemes vince del Gran Prix speciale della giuria per il film Son of Saul. “Grazie al Festival e a Fremaux per averci accolto e per aver selezionato questo film – dice il regista – è la prima volta che partecipo ed è un’esperienza particolarmente emozionante”.

Premio per la regia a Hou Hsiao-Hsien per The assasin.

Miglior attore Vincent Lindon per “La loi du marché”. “E’ la prima volta che vinco un premio in tutta la mia vita – dice Vincent Lindon, sul palco per ritirare il Premio per la migliore interpretazione maschile per il film La loi du marché – vorrei ringraziare la giuria, sono fiero perché mi hanno visto recitare, in particolare hanno guardato al lavoro del regista Stephane Brizé. E’ un atto politico presentare un film come questo o altri film che parlano della gente di oggi, la gente che sta intorno a noi. Dedico questo film a tutti coloro che non sempre vengono considerati all’altezza di ciò che meritano, i cittadini che vengono lasciati in disparte. E a tutti gli attori che hanno recitato con me, senza di loro non sarei qui”.

Yorgos Lanthimos per “The Lobster” vince il Premio della giuria.

Migliore attrice a Rooney Mara e Emmanuelle Bercot. Il Premio per la migliore interpretazione femminile va ex aequo a Rooney Mara per Carol di Todd Haynes e a Emmanuelle Bercot per Mon roi di Maiwenn. Niente da fare, dunque, per l’altra protagonista di Carol, Cate Blachett, tra i superfavoriti della vigilia.

Premio per la migliore sceneggiatura a Michel Franco per Chronic. E’ il regista Michel Franco il vincitore del Premio per la migliore sceneggiatura per il film Chronic, protagonista Tim Roth. Franco è anche regista del film.

Caméra d’Or per la migliore opera prima a La tierra y la sombra. Il premio per la migliore opera prima va al regista colombiano Cesar Acevedo per La tierra y la sombra.

Palma d’oro per il cortometraggio a Wave’s 98 di Ely Dagher. “Grazie ai membri della giuria per questo premio straordinario, grazie ai miei amici e alla mia famiglia e a tutti coloro che mi hanno sostenuto”: così Ely Dagher, vincitore della Palma d’oro per il cortometraggio con Wave’s 98.