Forbes, la classifica dei peggiori attori del 2010

Pubblicato il 8 Novembre 2010 18:19 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2010 18:58

Non sempre la presenza di un celebre attore trasforma un film in un successo. Lo dimostra la recente classifica stilata da Forbes che ha messo in fila gli attori meno “produttivi” del 2010.

La rivista americana ha diviso gli introiti degli ultimi film di ogni attore per i compensi percepiti dagli stessi: così si scoprono numerose star che, nonostante firmino contratti con cifre da capogiro, fanno guadagnare davvero poco ai propri produttori.La maggior parte delle star strapagate sono attori comici: ben sei celebri interpreti di questo genere sono presenti nella top ten.

Per il secondo anno consecutivo l’attore hollywoodiano più strapagato è Will Ferrell. L’ex star del Saturday Night Live quest’anno ha interpretato il costosissimo “Land of Lost” (i produttori hanno speso ben 100 milioni di dollari, mentre al botteghino il film ha incassato “solo” 69 milioni di dollari). Dal calcolo di Forbes risulta che per ogni dollari guadagnato da Ferrell, il film ha incamerato in media appena 3,35 dollari.

Al secondo posto si piazza un altro comico in declino: Eddy Murphy. Negli anni ottanta e novanta il suo nome era sinonimo di successo: oggi invece l’attore è una star poco produttiva. Quest’anno ha fallito ben due film: «Immagina che» e «Piacere Dave». Per ogni dollaro ricevuto da Murphy i produttori di questi due film hanno guadagnato solo 4,45 dollari.

Sul gradino più basso del podio Denzel Washington. Quest’anno la sua interpretazione del film «Unstoppable-Fuori controllo» diretto da Tony Scott non ha avuto il successo sperato. Per ogni dollari intascato dall’attore, il film ne ha guadagnati solo 5,10

Il primo volto giovane in classifica è quello di Seth Rogen. Il ventottenne canadese, divenuto celebre per i suoi ruoli in film demenziali come «Strafumati» e «Molto incinta», quest’anno ha fatto flop con «Funny People», pellicola costata ben 75 milioni di dollari (per ogni dollaro incassato da Rogen, i produttori ne hanno guadagnati 6,75).

Nella lista seguono altri nomi illustri: al quinto posto  Tom Cruise, poi Drew Barrymore interprete di due flop come «Le regole del gioco» e «Stanno tutti bene», remake del omonimo film di Giuseppe Tornatore in salsa americana (per ogni dollari guadagnato dall’attrice, i suoi produttori ne hanno incassati solo 7,45).

Al settimo posto Matt Damon (i suoi ruoli di «Green Zone», «Invictus» e di «The Informant» non hanno prodotto i successi sperati), seguito da Vince Vaughn (ha interpretato diverse pellicole negli ultimi tempi, ma il film «Fred Claus – un fratello sotto l’albero» è stato un sonoro flop e per ogni dollaro ricevuto da Vaughn nel 2010 i suoi film ne ha incassati appena 8,35). Chiudono infine la classifica Adam Sandler e Jim Carrey: