Cinema

Francia, mostre. Che La Forza Sia Con Voi, Star Wars sbarca a Parigi

Il Lucas Custarl Arts Museum di San Francisco è ancora in cantiere, ma intanto George Lucas ha già aperto le porte della sua collezione personale. La mostra “Star Wars Identities” è la prima occasione di vedere più di 200 oggetti originali della famosa saga interstellare in Europa. E’ aperta fino al 30 giugno alla Citè du Cin�ma, l’ex centrale elettrica nella periferia nord di Parigi, che il regista Luc Besson ha trasformato in studios cinematografici (e che  è attualmente al centro di un’inchiesta per le condizioni di finanziamento).

Per i fan della saga, la cosa più bella della visita è ritrovarsi faccia a faccia con i personaggi che da 36 anni (il primo film fu proiettato negli USA il 25 maggio 1977) abitano l’immaginario collettivo. In un allestimento di luci al neon blu e rossi, effetti sonori e trasparenze, si comincia con una galleria di robot, tra cui i famosi R2-D2 (C1-P8 nel doppiaggio italiano della prima trilogia) e C-3PO e di modellini di astronavi. Si riconosce il Millennium Falcon guidato da Ian Solo (Harrison Ford). Si scoprono le pitture e i disegni preparatori dell’artista visionario Ralph McQuarrie.

Numerosi sono i costumi di scena, dalla tuta da pilota ribelle indossata da Mark Hamill nei panni di Luc Skywalker, alla tunica portata da Hayden Christensen nel ruolo di Anakin. Ci sono anche le marionette originali del maestro jedi Yoda e quella alta più di due metri di Chewbacca. Il percorso si chiude con un a tu per tu con Dart Fener (Dart Vader in inglese). Il progetto è nato in Canada due anni fa. Per gli organizzatori si tratta di “portare la finzione nella realtà di ogni visitatore”, ha spiegato ai giornalisti, Jacques-Andrè Dupont, presidente della X3 Production, che ha prodotto la mostra in collaborazione con LucasFilm.

Oltre ai numerosi “cimeli” che fanno la storia del cinema, il percorso è infatti anche un'”avventura interattiva”: “Il visitatore è al centro della mostra – ha spiegato Dupont – Gli viene chiesto di creare il proprio personaggio, di rispondere ad una serie di domande e di fare delle esperienze. Gli si chiede di giocare a creare la propria identità Star Wars per imparare qualcosa di più su se stesso”. X3 Production ha fatto appello agli esperti del Centro delle Scienze di Montreal. All’ingresso della mostra, dunque, ogni visitatore è invitato ad indossare auricolari e braccialetto interattivo, che permette di connettersi a dei terminali.

“La cosa divertente è che gli adulti tendono a creare personaggi molto vicini alla realtà, mentre i bambini si lasciano andare alla fantasia, ”probabilmente perchè sono ancora alla ricerca della propria identità”, ha spiegato Dupont. Alla fine del percorso, a ogni visitatore viene chiesto di fare una scelta: se restare nel lato chiaro della Forza, o cedere al lato Oscuro. Il profilo del personaggio creato viene poi inviato per mail. “A Montreal la maggior parte dei visitatori della mostra non ha ceduto al lato oscuro della Forza. Siamo molto curiosi – ha aggiunto Dupont – di sapere quale scelta faranno i parigini”.

To Top