Cinema

Franco Zeffirelli, attore Usa Jonhathon Schaech lo accusa di molestie. Il figlio del regista: “Falso”

Franco-Zeffirelli-molestie

Franco Zeffirelli, attore Usa Jonhathon Schaech lo accusa di molestie

NEW YORK – Nuove accuse di molestie. Questa volta, però, coinvolgono uno dei maestri del cinema italiano e internazionale: Franco Zeffirelli. Un attore americano, Jonhathon Schaech, accusa il maestro di averlo molestato nel 1993 sul set del film Storia di una Capinera.

Noto per ruoli in show televisivi e serie tv come Ray Donovan e Quantico, Schaech sostiene in un racconto in prima persona su People che il maestro italiano lo aveva corteggiato durante le riprese del film e che una volta tentò di avere con lui un rapporto di sesso orale.

Immediata e categorica la smentita di Pippo Zeffirelli, il figlio del regista: “Le asserzioni sugli abusi non sono vere. I registi hanno stili diversi e quando hanno a che fare con attori senza esperienza, a volte, sono più esigenti e più pressanti”.

Schaech sostiene invece che il maestro di Romeo e Giulietta, con la scusa di insegnargli, tentò di sedurlo fin dall’inizio. “Mi diceva quanto ero bello, mi raccontava storie incredibili e cosa dovevo fare per essere un grande artista. Capivo che voleva altro da me oltre che essere il suo primoattore”.

Intanto da Los Angeles nuove accuse si riversano su James Franco. Quattro allieve della scuola di recitazione fondata dall’attore-regista di The Disaster Artist e una quinta che lo considerava come mentore hanno evocato un ambiente tossico per giovani donne che tentavano di sfondare nell’industria del cinema. Le accuse sono dettagliate dal Los Angeles Times e fanno seguito alla tempesta scoppiata quando Franco si è presentato sul red carpet dei Golden Globes con la spilletta del movimento anti-molestie Time’s Up.

La scuola Studio 4 ha chiuso lo scorso autunno senza che venisse data spiegazione e non è chiaro se e come le accuse influenzeranno le chance di The Disaster Artist agli Oscar.

Sarah Tither-Kaplan, 26 anni, che la notte dei Globes aveva anticipato la polemica su Twitter, ha parlato con il Los Angeles Times di un clima di “abuso di potere basato su una cultura di sfruttamento di donne non famose e che considera le donne come facilmente sostituibili”.

Franco prometteva alle allieve che avrebbero avuto parti in film di sua produzione, “soprattutto se accettavamo di fare atti sessuali o levarci la camicia”, ha accusato Katie Ryan, che aveva incontrato l’attore a Playhouse West, frequentato varie classi a Studio 4 e “ricevuto poi valanghe di richieste da parte sua di recitare nel ruolo della puttana”.

Era capitato proprio questo a Tither-Kaplan che tre anni fa aveva accettato di partecipare nel ruolo di una prostituta al film The Long Home con Courtney Love, Josh Hutcherson e Timothy Hutton. Sarah non si aspettava quel che sarebbe successo durante le riprese di una scena fuori programma di un’orgia, quando Franco rimosse la plastica protettiva dai genitali di altre attrici con cui poi simulò una scena di sesso orale. Un avvocato di Franco, Michael Plonsker, ha definito “non accurato” il racconto della Tither-Kaplan.

To Top