Il film della Comencini vietato ai minori di 14 anni, lei: "Inaccettabile"

Pubblicato il 26 ottobre 2011 14:01 | Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2011 14:01

ROMA, 26 OTT – "Quando la notte" di Cristina Comencini sta per uscire nelle sale cinematografiche (venerdi' 28 ottobre) e ha avuto la censura ai minori di 14 anni. ''La violenza della madre sul suo bambino e' inquietante perche' trattasi di una madre normale che, spinta dallo stress, diventa violenta verso il figlio pur non volendolo. Si ritiene che il vuoto della volonta' di una madre normale ingenera inquietudine nei minori di anni 14'', si legge nella motivazione della commissione competente del Mibac.

Una motivazione ''inaccettabile, volta a nascondere la realta' dei sentimenti profondi delle madri verso i loro figli. Lo stesso uso dell'aggettivo 'normale' e' un'offesa per tutte le donne'': e' il commento di Cristina Comencini. ''Ogni donna che ama suo figlio conosce e vuole raccontare la realta' di questo sentimento. Rifiutiamo la motivazione per ragioni artistiche, etiche e sociali. Il film e' importante anche e soprattutto per i giovani che un domani saranno genitori''.