Jamie Lee Curtis: “Mi feci di cocaina con mio padre ed ero dipendente dal Vicodin”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 7 Novembre 2019 6:53 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2019 20:10
Jamie Lee Curtis: "Mi feci di cocaina con mio padre ed ero dipendente dal Vicodin"

Jamie Lee Curtis in una foto d’archivio Ansa

LONDRA – L’attrice Jamie Lee Curtis, 60 anni, in un’intervista sincera a Variety ha rivelato di aver assunto cocaina freebase insieme al padre Tony Curtis, una sola volta, e di considerarsi ancora una “drogata” sebbene da 20 anni non faccia uso di antidolorifici da cui era dipendente. Una dipendenza durata 10 anni e iniziata quando i medici, dopo un intervento per ridurre borse e occhiaie, le prescrissero il Vicodin come antidolorifico. 

La star, che vanta una carriera straordinaria, ha raccontato il suo passato con il padre, che nel 1959 ha recitato insieme a Marilyn Monroe nel film “A qualcuno piace caldo”, e detto che prima di disintossicarsi, insieme avevano assunto cocaina freebase.
Tony Curtis è morto nel 2010, a 85 anni, per arresto cardiaco, nel corso della carriera ha girato molti film di successo e ha avuto problemi con l’alcol, la cocaina e l’eroina.

“Sapevo che mio padre aveva un problema e io avevo lo stesso problema: la droga”, ha detto Curtis a Variety. “C’è stato un periodo in cui ero l’unica figlia che parlava con lui. Ho avuto sei fratelli. Ora ne ho cinque. Nicholas è morto per overdose di eroina a 21 anni”.

Man mano che diventava famosa “la mia dipendenza peggiorava ma andavo avanti perché tutto comunque sembrava funzionare”. Ma una sera, dopo cena, prese una manciata di Vicodin come se fossero vitamine seguite da un sorso di vino: a quel punto sapeva che doveva cambiare e decise di andare al primo incontro di recupero. Da allora, dopo una lunga battaglia contro antidolorifici e alcol, sono venti anni che è sobria. 

Fonte: Daily Mail