Joan Rivers, dottore scattò selfie mentre l’attrice era sotto anestesia…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2014 14:34 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2014 14:34
Joan Rivers, dottore scattò selfie mentre l'attrice era sotto anestesia...

Joan Rivers (Foto LaPresse)

NEW YORK – Un selfie scattato dal dottore mentre l’attrice a Joan Rivers era sotto anestesia per l’intervento di biopsia alla gola. Poi la Rivers andò in arresto cardiaco e morì la settimana seguente, lo scorso 4 settembre all’età di 81 anni.

Un membro del personale della clinica Yorkville Endoscopic di Manhattan, a New York, ha rivelato alla Cnn che il medico personale dell’attrice scattò un selfie con la donna proprio mentre era sotto anestesia. Poi arrivò Lawrence Cohen, il medico che ha operato in endoscopia la Rivers, mentre il suo medico personale sottoponeva le corde vocali dell’attrice ad una biopsia.

E proprio durante questa biopsia, che come scrive la Cnn non sarebbe stata autorizzata, l’attrice andò in arresto cardiaco ed entrò in coma, per poi morire la settimana successiva. La clinica ha declinato ogni responsabilità in una nota e ha negato che sia mai stata eseguita una biopsia non autorizzata, tanto meno da un medico non specialistico. Il giorno seguente la nota, però, il dottor Cohen che aveva seguito l’intervento ha rassegnato le sue dimissioni da direttore medico.