Cuori, film di Alain Resnais, destini intrecciati di sei personaggi

Pubblicato il 1 Dicembre 2006 6:00 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2014 23:45

da: Corriere della Sera

MILANO – Tullio Kezich ha recensito per il Corriere della Sera il film Cuori, di Alain Renais.

Sei personaggi (più uno che non si vede) in cerca di una trama che fa incrociare i rispettivi destini. Questa è la sintesi di Cuori, il film di Alain Resnais tratto dalla commedia «Private Fears in Public Places» di Alain Ayckbourn. Messo in scena dall’ autore stesso due anni fa nel suo provinciale teatro di Scarborough (Yorkshire), il copione viene eseguito senza varianti di rilievo tranne che per l’ ambientazione. Da Londra ci trasferiamo infatti nel quartiere parigino intorno a Bercy, ovviamente con personaggi francesizzati: per non fare confusione (qualche nome è stato cambiato) li indicheremo con i nomi degli attori.

Laura Morante accompagnata dal mediatore André Dussolier cerca un nuovo appartamento, ma è sempre arciscontenta come il sor Pampurio di buona memoria. Anche perché vorrebbe soddisfare le confuse esigenze del compagno Lambert Wilson, che tornato dal militare passa le sue giornate col bicchiere in mano assillando di chiacchiere il barman Pierre Arditi.

Leggi l’articolo originale