Laura Antonelli e il vitalizio: “No grazie, la vita terrena non m’interessa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 giugno 2015 11:55 | Ultimo aggiornamento: 23 giugno 2015 11:55
Laura Antonelli e il vitalizio: "No grazie, la vita terrena non m'interessa"

Laura Antonelli e il vitalizio: “No grazie, la vita terrena non m’interessa”

ROMA – Caduta in disgrazia e confinata nell’auto-isolamento nella casa di Ladispoli, Laura Antonelli ricevette diverse proposte di aiuto, in particolare il vitalizio previsto dalla legge Bacchelli per gli artisti in effettive condizioni di indigenza. Lino Banfi più di tutti si prodigò per farglielo accettare dopo il che l’allora ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi aveva dato il via libera.

L’attrice rifiutò, fu irremovibile, sembrava essersi prematuramente distaccata dal mondo: “Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata”.