Cinema

Al via “A Life In a Day” di Ridley Scott, il primo film collettivo dell’era You Tube

A Life in a Day è  l’ultima trovata di Ridley Scott, il regista di Blade Runner. Sabato 24 luglio tutti i cittadini del mondo sono stati invitati a registrare un video della propria giornata e a caricarlo su Youtube per dare il via al primo esperimento globale per produrre il primo lungometraggio al mondo creato dagli utenti.

I filmati, che dovranno essere inviati entro la fine di luglio, per essere poi analizzati per diventare un documentario firmato dal premio Oscar Kevin MacDonald che sarà presentato al Sundance Film Festival il prossimo gennaio. «Ho cominciato a parlarne a Ridley sei mesi fa – ha raccontato MacDonald – , con l’avvento della telecamera e del telefonino in ogni casa c’era l’occasione di una grande democratizzazione della cinematografia. Cosa potevamo farne?».

L’idea è di ricavarne un documento antropologico sul mondo moderno «un po’ come negli anni ’40 fece Humphrey Jennings con il suo Mass Observation movement – spiega MacDonald -. Siamo alla ricerca di cose banali che possano dare l’idea della vita delle persone. Può essere per esempio una colazione in famiglia che, però, trasmetta la tensione del momento». Per portare a termine l’impresa Scott e MacDonald hanno ingaggiato un esercito di revisori in 15 lingue diverse.

Il loro compito sarà quello di visionare il materiale, scremarlo e dividerlo per temi. Per esempio tutto quello che riguarda i bambini finirà in un comparto. Ci sarà anche la possibilità di dare voti ai clip per ironia, interesse, originalità e altro. I fortunati autori dei video che saranno utilizzati nel documentario verranno citati nei titoli di coda come co-regist

i. Scott e MacDonald visioneranno personalmente 100 ore di materiale per un totale di 600 clip. Ecco Ridney Scott che spiega lo scopo del primo esperimento globale “Life In A Day”:

To Top