“Ne ho abbastanza”, Liz Taylor dopo 100 interventi rifiuta di tornare sotto i ferri

Pubblicato il 31 Marzo 2010 13:15 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 13:32

“Non ne posso più”. Dopo essere andata sotto i ferri ben 100 volte, l’attrice dagli occhi viola, Liz Taylor, 78 anni, ha annunciato a parenti e amici che nonostante provi dolori allucinanti al collo non si sottoporrà all’ennesimo intervento chirurgico.

La leggenda di Hollywood, lotta contro i problemi di salute da quando era giovanissima,  solo quest’anno è stata ricoverata in un ospedale di Los Angeles tre volte. Una volta disse ai giornalisti: “Sono entrata negli ospedali, come la gente comune entra nei taxi”. Confinata su una sedia a rotelli, sola nella sua grande casa di Los Angeles, Liz ha una lunga lista di problemi medici compreso un tumore al cervello, il cancro della pelle, oltre al diabete, alle continue polmoniti e alle convulsioni.

Lo scorso ottobre è stata operata al cuore per una grave insufficienza cardiaca congenita e ad aggravare la situazione l’osteoporosi che la relegata su una sedia a rotelle e la scoliosi che la segue da tutta una vita. Nonostante l’agonia la Taylor non vuole operarsi ancora. Chi le è vicino dice che la diva è talmente depressa che ha trascorso il suo ultimo compleanno da sola.

Il premio Oscar è diventata famosa a soli 12 anni nel film “Gran Premio”, che fu non solo il trampolino di lancio per la sua carriera, ma anche l’inizio dei suoi problemi cronici alla schiena a causa di una caduta da cavallo durante le riprese del film.  Sposata ben 8 volte, due delle quale con Richard Burton l’amore tormentato della sua vita, ha lasciato il segno nel cinema mondiale con le interpretazioni in “Cleopatra”, “La gatta sul tetto che scotta” e “Chi ha paura di Virginia Woolf”. Su Twitter lo scorso luglio, dopo la morte del suo migliore amico Michael jackson, l’attrice scriveva “Io sono a casa dall’ospedale dolente, ma viva. Io sono una sopravvissuta”.