Cinema

Lucky Luciano al cinema? Forse avrà il volto di Leonardo Di Caprio

Leonardo Di Caprio

”Lucky Luciano? L’ideale sarebbe avere Leonardo DiCaprio, mi piacerebbe molto, lo vedrei perfetto nel ruolo”: Bobby Moresco, sceneggiatore premio Oscar 2006 per Crash, autore di film come Million dollar baby, produttore, talvolta attore e anche regista, potrebbe anche riuscirci visto che è considerato ad Hollywood tra i maggiori e più ascoltati talenti.

A Ischia Global Fest annuncia progetti imminenti come il film sul famoso mafioso italo-americano ma prima di tutto sottolinea il suo ‘segreto’: ”una storia bella al cinema è una storia che tocca l’anima, il resto è forma”. In autunno come regista, oltre che autore e coproduttore, comincerà le riprese di un film scottante su Fidel Castro, scottante perchè il braccio destro di quest’operazione si chiama Alina Fernandez ed è la figlia del dittatore cubano, da sempre sua oppositrice.

”Giriamo a Portorico appena finisce la stagione degli uragani e il cast per i ruoli principali è chiuso”, dice. La fascinosa Paz Vega interpreterà Alina, l’attore spagnolo Jordi Molla sarà Castro e Brooke Shields avrà il ruolo di una giornalista americana. ”Il punto di partenza è stato il libro scritto da Alina, ‘Castro’s Daughter: An Exile’s Memoir of Cuba’ in cui la figlia ribelle di Castro descrisse la sua vita e quello che accadeva a Cuba. Mi interessa raccontare il rapporto tra loro, non fare una biografia di Fidel. Però è chiaro che da questa storia personale l’orizzonte si allargherà alla politica, alla società cubana”, spiega Moresco.

”Del rapporto tra Fidel e questa figlia si è parlato molto in tante occasioni, documentari, libri, special tv, io voglio tentare di arrivare al cuore di loro due perchè è  interessante riflettere sul fatto che lei da sempre è stata un’attivista in esilio, a dir poco critica su un padre onnipresente senza averlo praticamente visto mai”.

E del rapporto padre/figlia si parlerà anche in Lucky Luciano. ”Non un semplice biopic – annuncia Moresco – ma il tentativo di andare a fondo sulla personalità del più noto mafioso d’America, il capostipite di tutti i criminali, con una storia personale a dir poco movimentata”. Moresco sta rivedendo la sceneggiatura, spiega che si girerà in America, Sicilia, Napoli, nei luoghi veri della vicenda di Salvatore Lucania nato in Sicilia a Lercara Friddi nel 1887, diventato Charlie Luciano arrivando a New York, soprannominato poi Lucky, prima boss di alcolici negli anni del proibizionismo e poi praticamente fondatore del commercio d’eroina, faccia deturpata dal vaiolo, espulso dagli Stati Uniti come indesiderabile, morto nel ’62 all’aeroporto di Capodichino a Napoli.

To Top