Lucky Luciano al cinema? Forse avrà il volto di Leonardo Di Caprio

Pubblicato il 12 luglio 2010 12:34 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 13:47

Leonardo Di Caprio

”Lucky Luciano? L’ideale sarebbe avere Leonardo DiCaprio, mi piacerebbe molto, lo vedrei perfetto nel ruolo”: Bobby Moresco, sceneggiatore premio Oscar 2006 per Crash, autore di film come Million dollar baby, produttore, talvolta attore e anche regista, potrebbe anche riuscirci visto che è considerato ad Hollywood tra i maggiori e più ascoltati talenti.

A Ischia Global Fest annuncia progetti imminenti come il film sul famoso mafioso italo-americano ma prima di tutto sottolinea il suo ‘segreto’: ”una storia bella al cinema è una storia che tocca l’anima, il resto è forma”. In autunno come regista, oltre che autore e coproduttore, comincerà le riprese di un film scottante su Fidel Castro, scottante perchè il braccio destro di quest’operazione si chiama Alina Fernandez ed è la figlia del dittatore cubano, da sempre sua oppositrice.

”Giriamo a Portorico appena finisce la stagione degli uragani e il cast per i ruoli principali è chiuso”, dice. La fascinosa Paz Vega interpreterà Alina, l’attore spagnolo Jordi Molla sarà Castro e Brooke Shields avrà il ruolo di una giornalista americana. ”Il punto di partenza è stato il libro scritto da Alina, ‘Castro’s Daughter: An Exile’s Memoir of Cuba’ in cui la figlia ribelle di Castro descrisse la sua vita e quello che accadeva a Cuba. Mi interessa raccontare il rapporto tra loro, non fare una biografia di Fidel. Però è chiaro che da questa storia personale l’orizzonte si allargherà alla politica, alla società cubana”, spiega Moresco.

”Del rapporto tra Fidel e questa figlia si è parlato molto in tante occasioni, documentari, libri, special tv, io voglio tentare di arrivare al cuore di loro due perchè è  interessante riflettere sul fatto che lei da sempre è stata un’attivista in esilio, a dir poco critica su un padre onnipresente senza averlo praticamente visto mai”.

E del rapporto padre/figlia si parlerà anche in Lucky Luciano. ”Non un semplice biopic – annuncia Moresco – ma il tentativo di andare a fondo sulla personalità del più noto mafioso d’America, il capostipite di tutti i criminali, con una storia personale a dir poco movimentata”. Moresco sta rivedendo la sceneggiatura, spiega che si girerà in America, Sicilia, Napoli, nei luoghi veri della vicenda di Salvatore Lucania nato in Sicilia a Lercara Friddi nel 1887, diventato Charlie Luciano arrivando a New York, soprannominato poi Lucky, prima boss di alcolici negli anni del proibizionismo e poi praticamente fondatore del commercio d’eroina, faccia deturpata dal vaiolo, espulso dagli Stati Uniti come indesiderabile, morto nel ’62 all’aeroporto di Capodichino a Napoli.