Mamma ho riperso l’aereo: richiesta cancellazione del cameo con Donald Trump

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2021 16:06 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2021 16:06
Mamma ho riperso l'aereo: quelli che chiedono la cancellazione del cameo con Donald Trump

Mamma ho riperso l’aereo: quelli che chiedono la cancellazione del cameo con Donald Trump

Cancellare Donald Trump dalla storia. Dopo il ban da Twitter e Facebook c’è chi vuole rimuovere l’ex presidente degli Stati Uniti anche dal cinema. E in particolare è tornata a riaccendersi la polemica sul suo cameo nel film cult di Natale, Mamma ho riperso l’aereo. 

Il film con il mitico Maculay Culkin torna stasera in tv, in onda su Italia Uno. Già da settimane sul web corre il can can di quelli che chiedono la rimozione della scena con Donald Trump.

C’è chi ha addirittura lanciato una petizione online. E lo stesso Maculay Culkin ha avallato la cancellazione con uno spiazzante: “Mi hai convinto”.

Mamma ho riperso l’aereo, la scena incriminata

La scena incriminata è quella di fronte al Plaza. Il piccolo Kevin chiede informazioni, a rispondergli è proprio l’ex presidente Donald Trump.

All’epoca del film, era il 1992, Trump era “solo” il palazzinaro più ricco di New York e il proprietario proprio di quel mitico hotel. Si dice che lo affittò per le riprese in cambio di quella apparizione.

Mamma ho riperso l’aereo, Trump già sostituito dai social

Una vera e propria damnatio memoriae per Trump. Sui social, il tycoon è già stato sostituito a suon di meme: da Dolly Parton, Darth Vader di Guerre stellari. E anche Christopher Plummer, l’attore che sostituì Kevin Spacey in Tutti i soldi del mondo, rigirando le sue scene…

Macaulay Culkin dà il suo ok alla cancellazione di Trump

Dopo la fine burrascosa della presidenza Trump, i gravi fatti di Washington e l’accusa di impeachment, è stata creata una petizione online per rimuovere il cameo dal film.

Questa petizione online ha raccolto moltissime firme. Per questo motivo Maculay Culkin si è sentito in dovere di esprimere un parere.

Più che altro si è sentito in dovere di dare il suo ok, e se vogliamo la sua benedizione, a questa iniziativa che ha riscosso molto successo sul web.

La palla passerà ora alla Disney che detiene i diritti dell’opera.