“Mamma Mia! Ci risiamo” arriva nelle sale. In Italia uscirà il 6 settembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2018 20:03
Mamma Mia! Ci risiamo arriva nelle sale. In Italia uscirà il 6 settembre

Mamma Mia! Ci risiamo arriva nelle sale. In Italia uscirà il 6 settembre

ROMA – Mamma mia, ci risiamo (Mamma mia, Here We Go Again!, è il titolo del sequel di Mamma mia, il film e il musical basati sulle canzoni del quartetto svedese degli Abba. In Italia [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] uscirà giovedì 6 settembre 2018. Uscirà nelle sale americane e inglesi venerdì 20 luglio.

Mamma mia! Ci risiamo, riunisce il vecchio cast ma ha introdotto alcuni volti nuovi, tra cui Lily James, che interpreta la giovane Donna alle prese con i tre uomini con cui intreccia contemporaneamente una relazione sentimentale: Harry (Hugh Skinner), Bill (Josh Dylan) e Sam (Jeremy Irvine).

In Mamma Mia 2, Sophie (interpretata da Amanda Seyfried), torna nella sua casa d’infanzia incinta e single.
Con l’aiuto dei tre amici della madre Donna, attraverso una serie di flashback le viene raccontato come la stessa ha affrontato la vita con una figlia.
Il film, che oscilla tra passato e presente, approfondirà la difficile situazione di Donna (interpretata da Meryl Streep e, nei flashback, Lily James) che nel periodo precedente alla nascita di Sophie frequentava tre uomini diversi.
E proprio quando sembra impossibile che la situazione possa complicarsi di più, sull’isola di Kalokairi, in Grecia, compare la nonna Ruby (interpretata da Cher).

Il film della Universal, diretto da Ol Parker, è anche un musical: saranno presenti nuove canzoni, musica e testi di Benny Andersson e Björn Ulvaeus degli Abba, ma torneranno sullo schermo anche “alcuni vecchi classici”.
Dietro al successo planetario di Mamma Mia!, oltre alla bravura del premio Oscar Meryl Streep, c’è la produttrice Judy Craymer. Bionda, britannica e di grande successo, si dice che la 60enne grazie al successo ottenuto dal musical a teatro valga circa 90 milioni di sterline.
Ma venti anni fa era una storia diversa, dopo aver venduto il suo appartamento per finanziare il musical, sbarcava il lunario.
Quando aveva venti anni, la Craymer lavorava come assistente del paroliere Tim Rice nel musical Chess, quando incontrò le star degli Abba Benny Andersson e Bjorn Ulvaeus. La musica della band era considerata abbastanza fuori moda ma una canzone, The Winner Takes It All, continuava ad assilare Craymer. La vedeva come il fulcro di un musical.
Cinque anni dopo, iniziò a tormentare Benny e Bjorn sulla sua idea. Fu solo molto tempo dopo che la coppia, notoriamente protettiva nei confronti della loro musica, fu conquistata dal progetto.
Craymer ha arruolato la scrittrice britannica Catherine Johnson, che ha elaborato una sceneggiatura divertente e Phyllida Lloyd, regista nota per aver messo in scena Shakespeare al National Theatre.
Nel 1999, lo spettacolo debuttò nel West End. Presto arrivò la chiamata di Hollywood, ma Craymer resistette a tutte le offerte finché non trovò uno studio pronto a lavorare con il terzetto, che aveva un’esperienza cinematografica pari a zero.
Per il secondo film, a supervisionare la sceneggiatura è stato Richard Curtis noto tra le altre pellicole per Mr Bean – L’ultima catastrofe, Notting Hill e Il diario di Bridget Jones.
L’indiscutibile Dancing Queen del film originale è Meryl Streep, anche se il suo ruolo nel sequel rimane misterioso.
Conosciuta come interprete di ruoli “seri”, la Streep, tuttavia da bambina ha preso lezioni di opera e cantato in alcuni film. E la storia su come abbia ottenuto la parte di Donna nel primo Mamma mia! è leggenda: la Streep aveva portato sua figlia a vedere lo spettacolo teatrale a New York poco dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001 ed era rimasta così colpita che aveva inviato una nota di ringraziamento al cast. Arrivò anche a Judy Craymer e, anni dopo, la Streep ricevette una telefonata in cui le chiedeva se le sarebbe piaciuto interpretare Donna. Ha colto l’occasione e le co-star hanno subito seguito l’esempio.
In effetti, il nome Streep è così magnetico che, con le parole “Mamma Mia” e “Meryl Streep”, Pierce Brosnan aveva detto:”Ci sto”.
Nel sequel, la Streep ha una rivale per lo status di Dancing Queen ed è la cantante Cher, che interpreta la madre di Donna, Ruby.
La reputazione di Cher è tale che nessuno degli attori del cast ha avuto il coraggio di chiedere un selfie insieme a lei, fino a quando l’ultimo giorno sul set, si è offerta spontaneamente.
E a nessuno interessa che, a 72 anni, Cher abbia solo tre anni in più di Meryl, 69 anni, che interpreta sua figlia.
Julie Walters aveva colto l’occasione per lavorare con Meryl Streep ma non  sapeva che nel ruolo di Rosie avrebbe dovuto indossare un sedere finto così che sembrasse più tonda e vivace. E la protesi di gomma ha richiesto quasi un SOS  in una scena del primo film in cui Rosie cade da una barca. Tra le paure che la protesi potresse assorbire l’acqua e provocare un “affondamento” della Walters, un sommozzatore era sempre presente.
Per il primo film, è stata scelta l’isola greca di Skopelos, un vantaggio per l’idilliaca isoletta nell’Egeo occidentale ma per il sequel la produzione ha puntato sull’isola croata di Vis, a due ore e mezza dalla terraferma, che servì come base per l’esercito jugoslavo fino al 1989. Sembra che la scelta sia dovuta alle agevolazioni fiscali ed è sempre il Croazia che è stata girata la serie TV Game Of Thrones, così come il film Star Wars: L’ultimo Jedi.
Poiché ha solo un hotel, le star hanno alloggiato sugli yacht o nelle ville; per le riprese, un ristorante sul mare è stato trasformato in una taverna e una pizzeria croata in un mercato del villaggio.