Nagisa Oshima è morto: fu il regista de “L’impero dei sensi”

Pubblicato il 15 Gennaio 2013 15:24 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2013 15:44
Nagisa Oshima è morto: fu il regista del film scandalo "L'impero dei sensi"

Nagisa Oshima (Foto Lapresse)

TOKYO – E’ morto Nagisa Oshima, il regista giapponese del film scandalo ‘L’impero dei sensi’.  Quel film per Oshima fu la prima coproduzione con la Francia. Suscitò grande scandalo, in Italia venne censurato. Ma è considerato uno dei capolavori del cinema erotico.

Il regista è morto per un’infezione polmonare a Fujisawa, vicino Tokyo. Aveva 80 anni. Era nato il 31 marzo del 1932 a Kyoto.

L’ultima sua opera risale alla fine degli anni Novanta: è Tabù-Gohatto, storia di potere politico ed erotico, presentato al Festival di Cannes del 1999.

”Mio padre è morto serenamente’‘, ha detto all’agenzia France Presse il figlio minore di Oshima, Arata. ”Era con la sua famiglia, la moglie Akiko e il figlio maggiore Takeshi. Io non c’ero. Era ricoverato in ospedale dallo scorso anno ed è morto di un’infezione polmonare”, ha precisato.

Oltre all’Impero dei sensi’, storia ambientata a Tokyo negli anni ’30, che narra la relazione totalmente dominata dai sensi tra il proprietario di una pensione e la sua cameriera, tra i film più celebri firmati da Oshima c’è ‘Furyo‘, in cui il capo di un campo di prigionia si innamora di un detenuto inglese: nel cast David Bowie e Takeshi Kitano.