Nicola Acunzo, il deputato M5s nella serie tv su Papa Ratzinger

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2018 10:35 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2018 10:36
Nicola Acunzo, il deputato M5s nella serie tv su Papa Ratzinger

Nicola Acunzo, il deputato M5s nella serie tv su Papa Ratzinger

ROMA – C’è anche il deputato M5s Nicola Acunzo nel cast di The Pope, la serie tv di Netflix dedicata a papa Ratzinger dalla sua elezione al soglio pontificio alle sue clamorose dimissioni e l’ascesa di Papa Francesco. Acunzo, eletto alla Camera il 4 marzo scorso nel collegio di Battipaglia, recita nei panni di un giardiniere di Castel Gandolfo. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

E’ stato lo stesso attore e deputato a rivelare all’Adnkronos, la sua partecipazione al progetto che avrà un cast d’eccezione: nei panni di Ratzinger e Bergoglio, vedremo il premio Oscar Anthony Hopkins e Jonathan Price. La serie tv si soffermerà più sul lato personale dei due Pontefici e in particolare di Papa Francesco. “Dal modo cui tratta le persone più semplici, come appunto un giardiniere, si vede che possiede un’aura di santità ancor prima di diventare Papa”, spiega il deputato-attore.

Per Acunzo non è certo la prima esperienza sul set: in passato ha lavorato con Mario Monicelli, Carlo Verdone e Michele Placido. Poi, pochi mesi fa, la decisione di buttarsi in politica: “In questo modo- spiega – ho la possibilità di avanzare proposte concrete per il settore artistico”. Nella testa ha già delle idee: “Vorrei che fossero valorizzati gli Istituti italiani di cultura: l’obiettivo è trasformarli in vere e proprie sale cinematografiche per la proiezione di film italiani. Ho già avanzato questa proposta in Commissione. È un modo per favorire la diffusione soprattutto di quelle pellicole che non hanno distribuzione. Senza dimenticare il territorio dal quale provengo, che ha una serie di difficoltà e problematiche come quella ambientale, sulla quale voglio concentrarmi. Per esempio, farò aprire un dossier specifico, nel momento in cui partirà la commissione d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, su Battipaglia e Piana del Sele”.

5 x 1000