Nymphomaniac al cinema in Italia: a Udine prima nazionale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2014 17:17 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2014 17:19
La locandina di Nymphomaniac

La locandina di Nymphomaniac

UDINE – Sarà a Udine la prima nazionale di “Nymphomaniac Parte 1”, il film che riporta il regista Lars von Trier nei cinema due anni e mezzo dopo “Melancholia”.

La proiezione inaugurarerà il 2 aprile a Udine le proiezioni di “FilmForum Festival 2014”, rassegna promossa dall’Università del capoluogo friulano e giunta alla 21/a edizione.

Presentato al Festival di Berlino nella versione ‘senza censure’, “Nymphomaniac Parte 1” è uscito in questi giorni nelle sale statunitensi e vede tra gli interpreti Stellan Skarsgard, Willem Dafoe, Charlotte Gainsbourg, Shia LaBeouf e Uma Thurman. Ad annunciare la prima nazionale oggi a Udine è stato il direttore artistico della rassegna, lo storico del cinema e docente di cinematografia Leonardo Quaresima, secondo cui

“lo scandalo legato alle parti porno è del tutto esagerato, dal momento che queste parti non sono assolutamente essenziali rispetto all’intera struttura del film dedicato alla polifonia”.

Il festival, in programma tra Udine e Gorizia, ospiterà poi il 3 aprile la proiezione dello storico film ‘The Devils’ di Ken Russell (1971) in versione restaurata e ‘X-rated’ con Vanessa Redgrave. “Un evento nell’evento – ha spiegato Quaresima – poiché anche questa pellicola che fece scalpore non si vede sugli schermi italiani dagli anni Settanta”.

In calendario anche la presentazione in prima assoluta, a Gorizia, in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino, di alcuni “Italian classic hard-core movie trailers” (1980-1990) e sempre a Gorizia il 9 e 10 registi e protagonisti delle webseries più famose e più amate si ritroveranno per una due giorni di tavole rotonde dedicate alla cineserialità ‘esplosa’ nelle ultime stagioni sul web. Tra le novità della sezione goriziana del festival, il 5 aprile prima assoluta di “Eccoli”, produzione dedicata a Franco Basaglia a cura dell’artista e fumettista Stefano Ricci, realizzata con il montaggio di materiali inediti della Collezione Osbat Basaglia, di proprietà della Mediateca provinciale isontina “Ugo Casiraghi”.